A- A+
Esteri
Brasile, con Lula in Sudamerica domina la sinistra. Ma Ue e Usa non esultino

Il difficile percorso per l'accordo Ue-Mercosur

In Europa si spera per esempio che Lula possa favorire la ratifica dell'accordo commerciale blocco a blocco con il Mercosur. I sostenitori dell'accordo non solo ritengono che sarà vantaggioso per le economie di entrambe le sponde dell'Atlantico, ma sottolineano anche che Bruxelles ha bisogno di un maggiore accesso alle materie prime critiche per la transizione verde e l'America Latina potrebbe essere una fonte alternativa alla Cina.

I Paesi hanno contrattato l'accordo per più di 20 anni e alla fine hanno raggiunto un accordo politico nel 2019. Ma il contraccolpo dell'opinione pubblica europea - dovuto alla dilagante deforestazione della foresta amazzonica brasiliana sotto Bolsonaro e al protezionismo della presidenza francese - ha spinto Bruxelles a congelare l'accordo. Tradizionalmente si ritiene che ora con Lula si possa riaprire il discorso.

Ma in molti osservatori avvisano che questo è tutt'altro che scontato. Soprattutto perché Lula vuole salvaguardare un maggiore "spazio politico" per il Brasile e rinegoziare i termini nei settori dei brevetti, dei servizi e degli appalti pubblici a favore dello sviluppo industriale del Brasile, ha detto Amorim. Lula ha anche fissato una scadenza per Bruxelles: "Se vincerò le elezioni, entrerò in carica e, nei primi sei mesi, concluderemo l'accordo con l'Unione Europea. Un accordo che tenga conto della necessità del Brasile di tornare a industrializzarsi", ha detto Lula il mese scorso.

Un messaggio che lascia presagire a Bruxelles il rischio di perdere alcune delle condizioni negoziali conquistate nel 2019. Insomma, in molti per ora esultano per la vittoria di Lula ma attenzione a dare per scontate cose che non lo sono.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
elezioni brasilelula





in evidenza
"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

Finley, l'intervista ad Affari

"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


motori
Lamborghini inaugura l’esposizione d’arte "Dreamaway"

Lamborghini inaugura l’esposizione d’arte "Dreamaway"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.