A- A+
Esteri
Covid-19, la variante Delta si muove in tutta l’America
(fonte Lapresse)

Il 4 luglio, per l’America l’indipendence Day, il giorno dell’Indipendenza , è stato festeggiato dal Presidente Joe Biden come il giorno della liberazione dal Coronavirus. Quasi il 70% degli americani vaccinati e un calo fortissimo di contagi e decessi in tutto il paese.

Ma probabilmente, così come sta accadendo in quasi tutto il mondo, il virus non sembra essere affatto sparito ma continua a mutare trasformandosi in diverse varianti. Qualcosa di assolutamente normale per i virus ma è chiaro che nel caso del Covid-19 la preoccupazione è grande.

Attualmente la variante B.1.617.2 meglio conosciuta come variante Delta, considerata altamente contagiosa (sembra bastino pochi secondi per trasmettere l’infezione) rappresenta negli Stati Uniti oltre il 50% dei casi, secondo le stime ufficiali dei  Centers for Disease Control and Prevention (i dipartimenti di controllo e prevenzione delle malattie).

La Delta è stata rilevata per la prima volta in India e si sta diffondendo rapidamente in tutto il mondo.

In alcune parti degli Stati Uniti, il ceppo Delta rappresenta oltre l'80% delle nuove infezioni, compresi alcuni stati del Midwest come Iowa,Missouri e Kansas.

Anche negli stati occidentali la variante sta facendo danni ed è responsabile del 74,3% delle infezioni in stati come Utah e Colorado, e del 58,8% per le infezioni negli stati meridionali come Texas, Louisiana, Arkansas e Oklahoma.

La vera buona notizia è però che i vaccini utilizzati negli Stati Uniti come Moderna, Pfizer, e Johnson & Johnson paiono tutti molto efficaci nel proteggere da malattie gravi, ospedalizzazione e morte.

Di fronte alla riluttanza di quasi 150 milioni di americani a vaccinarsi i funzionari della sanità pubblica stanno operando una forte campagna di comunicazione e informazione.

In particolare il vaccino COVID di Johnson & Johnson è molto efficace contro la variante Delta.

"In questo momento abbiamo due Americhe: l'America vaccinata e l'America non vaccinata", afferma il dott. Paul Offit, specialista in malattie infettive presso il Children's Hospital di Philadelphia.

"Ci sentiamo abbastanza bene in questo momento perché è l'estate e la situazione è sotto controllo. Ma in inverno, se avremo ancora una percentuale significativa della popolazione non vaccinata, vedremo di nuovo aumentare questo virus”ha confermato lo scienziato.

Tutto il mondo scientifico statunitense è d’accordo nel ritenere fondamentale aumentare le vaccinazioni in altri paesi. Il mondo deve darsi una mossa perchè potrebbero aumentare le varianti e magari più pericolose e capaci di “bucare”i vaccini.

 

Commenti
    Tags:
    covid-19americavaccinideltavariantepfizermodernajohnson & johnson





    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

    
    in vetrina
    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


    motori
    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.