A- A+
Esteri

Riparte il dialogo tra Italia e Russia nel formato 2+2 (ministri degli Esteri e della Difesa), la cui ultima riunione risale al 2013. Domani a Villa Madama Luigi Di Maio e Lorenzo Guerini riceveranno i loro omologhi, Sergei Lavrov e Sergei Shoigu, per una serie di colloqui, prima separati e poi congiunti, durante i quali verranno toccati tutti gli aspetti del rapporto bilaterale tra Roma e Mosca e poi le questioni principali dell'attualità internazionale. A cominciare dalla Libia. Dopo la conferenza di Berlino del 19 gennaio scorso "la situazione sul terreno non è cambiata in modo radicale, le contraddizioni tra le principali parti del conflitto libico sono arrivate a tal punto che è impossibile risolverle in un unico evento, seppure rappresentativo come il forum di Berlino", ha sottolineato Lavrov in un'intervista a "La Stampa". Nella quale ha pure parlato però di "progressi positivi", in un riferimento alla riunione della commissione militare congiunta 5+5 ed all'avvio delle consultazioni intralibiche sulle questioni economiche. Dunque, all'indomani della conferenza di Monaco sulla sicurezza e della prima riunione sui seguiti della conferenza di Berlino (la seconda si terrà a Roma il 19 marzo), il dossier libico sarà in alto nell'agenda dei quattro ministri. Con da una parte l'Italia, che insiste per il cessate il fuoco, il rispetto dell'embargo sulle armi, il sostegno a Serraj e la fine delle interferenze esterne, e dall'altra la Russia, più ambigua rispetto al conflitto, per quanto nelle settimane scorse abbia cominciato a mandare segnali diversi alla comunità internazionale.

ITALIA-RUSSIA, SUL TAVOLO ECONOMIA E LIBIA

Il Cremlino è tornato oggi a smentire l'invio di truppe russe, ma nei mesi scorsi centinaia di mercenari della società privata Wagner, che fa capo a Evgeny Prigozhin, noto come lo 'chef di Putin', erano arrivati in Cirenaica per combattere al fianco di Haftar. Tuttavia, nelle ultime settimane, dopo la mediazione russo-turca per un cessate il fuoco tra le forze di Tripoli e quelle del generale della Cirenaica, i mercenari hanno iniziato a ritirarsi in quello che è apparso come un segnale di Mosca a sostegno della tregua. E ancora, la settimana scorsa all'Onu la Russia si è astenuta sulla risoluzione del Consiglio di sicurezza, mentre in precedenza aveva bloccato altri testi. Oltre alla Libia saranno al centro dei colloqui la situazione in Siria - con il nuovo confronto tra Mosca e Ankara su Idlib e la grave crisi umanitaria - l'Ucraina, tema su cui restano le distanze nell'attuazione degli accordi di Minsk, Iran e processo di pace in Medio Oriente. Punto quest'ultimo sul quale la RUSSIA ha espresso tutta la sua insoddisfazione rispetto all'Accordo del secolo presentato dal presidente americano Donald Trump e ritenuto troppo squilibrato a favore di Israele.

ITALIA-RUSSIA, MIGLIORANO I RAPPORTI BILATERALI

Ma centrali saranno nei colloqui anche i rapporti bilaterali, che continuano a essere "eccellenti", e le prospettive di un loro ulteriore rafforzamento in campo economico. "Le relazioni con l'Italia, nostro importante partner internazionale, vantano una lunga storia, si fondano su tradizioni solide, su una pluriennale esperienza di positiva collaborazione e su un significativo capitale di fiducia. Purtroppo oggi la situazione provocata dalle mosse antirusse di Washington e Bruxelles si riflette negativamente sulla loro dinamica", ha sottolineato Lavrov, secondo il quale "sappiamo che in Italia sono sempre più numerose le voci a favore di un ritorno al precedente livello delle relazioni bilaterali". Ma anche in questa occasione da parte italiana sarà ribadito che il nostro Paese non si discosta dalla politica europea sulle sanzioni, che sono collegate all'attuazione degli impegni di Minsk, pur nella convinzione che a Bruxelles sul rinnovo delle misure restrittive sia necessario dibattere, evitando automatismi. Intanto per l'autunno è prevista in Russia una riunione del Consiglio italo-russo per la cooperazione economica, industriale e finanziaria (Circeif), che potrebbe essere un momento ulteriore per fare il punto sulla collaborazione tra Roma e Mosca.

Loading...
Commenti
    Tags:
    di maioitaliarussiaguerinilavrovitalia russia
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Salvini s'appella al Sacro Cuore Ma Bergoglio-Batman non ci sta

    Coronavirus vissuto con ironia

    Salvini s'appella al Sacro Cuore
    Ma Bergoglio-Batman non ci sta

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 2020 FINALE! VINCITORE, CLASSIFICA E COLPI DI SCENA. Gf Vip 4 news

    Grande Fratello Vip 2020 FINALE! VINCITORE, CLASSIFICA E COLPI DI SCENA. Gf Vip 4 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot a Retromobile del 2000 svela il concept 20Coeur

    Peugeot a Retromobile del 2000 svela il concept 20Coeur


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.