A- A+
Esteri
Elezioni Uk 2019: DUP, gli Unionisti Irlandesi vero ago della bilancia

Oltre il duello tra Tory e Labour, sullo scacchiere politico britannico c’è anche il partito di destra degli Unionisti irlandesi (Dup) - diventato la prima forza in Irlanda del Nord e con in mano un certo potere negoziale a Westminster.     

Leader del Dup è la 49enne Arlene Foster, nata a Enniskillen, figlia di un riservista della polizia sopravvissuto a un tentato omicidio dell’Ira, coinvolta anche lei da adolescente in un attentato contro un bus. La ‘lady di ferro’ nordirlandese, madre di 3 figli, porta avanti le istanze dei protestanti della sua terra: fedeltà al governo di Londra, linea conservatrice contraria all’aborto e al matrimonio gay.     Il Dup è del tutto contrario ad una hard Brexit ed è irremovibile sul fatto che l’Irlanda del Nord debba uscire dall’Ue alle stesse condizioni rispetto al resto della Gran Bretagna. Nella legislatura uscente, seppur rappresentati da soli 10 deputati al parlamento londinese e alleati dei conservatori, sulla Brexit gli unionisti nord-irlandesi sono stati una spina nel fianco sia per Theresa May che per Boris Johnson. 

Il partito di Foster e del suo vice Nigel Dodds è favorevole al mantenimento dei confini aperti per la libera circolazione tra Repubblica d’Irlanda e Irlanda del Nord. Con i Tory hanno posizioni divergenti sulle tematiche economiche, sulla spesa pubblica e soprattutto sono apertamente critici su alcuni punti dell’accordo firmato con Bruxelles. Dissentono sulla proposta di regime doganale, sulla verifica del consenso irlandese e denunciano la poca chiarezza dell’intesa sull’Iva.    Il Dup difende, inoltre, il ‘triple lock’, il meccanismo che prevede un incremento annuale automatico delle pensioni così come sul ‘winter fuel’, il pagamento di un’indennità riscaldamento invernale per i pensionati.    

E anche nella prossima legislatura rappresenteranno un ago della bilancia: potrebbero tornare ad allearsi con i conservatori se questi non ottenessero una maggioranza da soli. Avranno ancora voce in capitolo sull’uscita dall’Ue in quanto molti Tory hanno già detto che voteranno l’accordo per la Brexit solo se approvato anche dagli Unionisti irlandesi.

Commenti
    Tags:
    elezioni ukelezioni inghilterraelezioni uk sondaggielezioni uk 12 dicembreelezioni regno unito sondaggielezioni gran bretagna sondaggiboris johnson no dealboris johnsonbrexit newsbrexit quandobrexit no dealbrexit johnsontorycorbyn sondaggicorbyn brexitcorbyn johnsonbrexit referendumscottish referendumreferendum scoziaelezioni uk 2019 risultatielezioni uk exit pollelezioni uk risultati definitivielezioni uk chi ha vintoelezioni uk chi vince
    in evidenza
    Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

    Paparazzati in un hotel di lusso

    Casaleggio-Sabatini, che coppia
    Mano nella mano in dolce attesa

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

    Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo


    casa, immobiliare
    motori
    Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

    Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.