A- A+
Esteri
Gasdotto Nord Stream 2: cos'è e perché è strategico per la Russia

Guerra in Ucraina: il ruolo del Nord Stream 2, gasdotto della discordia strategico per la Russia

L'hanno definito "l'arma segreta" dell'Unione europea. Altri invece lo avevano chiamato il "cavallo di Troia" della Russia in Europa. La verità, forse, sta nel mezzo. Quello che è certo è che nessuna infrastruttura, in questo caso energetica, è così cruciale come il gasdotto Nord Stream 2. E il Nord Stream 2 è entrato direttamente nella cronaca della guerra in Ucraina nei giorni scorsi, quando il vicecancelliere e ministro dell'Economia Robert Habeck ha affermato che il lancio del gasdotto "a breve" è "impossibile". Habeck ha affermato che la Germania, dopo l'attacco della Russia all'Ucraina dovrà comprare gas e carbone da altri Paesi e non dalla Russia.

Un bel passo avanti rispetto a quanto invece si stava facendo nei scorsi mesi, anche di fronte all'accrescere delle tensioni, con il governo di Angela Merkel prima e di Olaf Scholz poi che pareva intenzionato a dare luce verde all'apertura del gasdotto della discordia. Il Nord Stream 2 è finito anche al centro del mirino degli Stati Uniti, con il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, che ha disposto sanzioni da applicare alla società Nord Stream 2 AG, la controllata del colosso russo del gas Gazprom incaricata della costruzione del gasdotto russo Nord Stream 2, in risposta all'azione aggressiva del governo della Russia nei confronti dell'Ucraina.

Una mossa che era stata già preannunciata e che di fatto ha forzato il cambio di traiettoria della Germania sull'opera, che ora costringe Berlino e Bruxelles a guardare altrove per l'approvvigionamento energetico. Nei prossimi mesi, il ministro dell'Economia tedesco intende esaminare a fondo quali conseguenze saranno derivate dall'attuale crisi tra Ucraina e Russia.

Ma vediamo più da vicino che cos'è il Nord Stream 2.

Nord Stream 2, numeri e carattestiche del gasdotto della discordia

Il Nord Stream 2, lungo 1.200 chilometri (745 miglia) sottomarino, che va dalla costa baltica russa alla Germania nord-orientale, è costato 12 miliardi di dollari e segue lo stesso percorso del Nord Stream 1, completato più di dieci anni fa. Come il suo gemello, Nord Stream 2 sarà in grado di portare 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno dalla Russia all'Europa, aumentando le forniture di gas a un prezzo relativamente economico. Il gruppo russo Gazprom ha una partecipazione di maggioranza nel progetto da 10 miliardi di euro (12 miliardi di dollari). Nell'azionariato della società che lo gestisce ci sono anche le compagnie tedesche Uniper e Wintershall, la francese Engie, l'anglo-olandese Shell e l'austriaca Omv. Il gasdotto è stato completato a settembre 2021, ma le autorita' tedesche a novembre hanno sospeso il processo di approvazione, affermando che bisognava aspettare la conformità alla legge tedesca. La società operativa dietro il progetto, la svizzera Nord Stream 2 AG, ha dichiarato questa settimana di aver creato una filiale tedesca nonostante le crescenti tensioni diplomatiche. 

Nord Stream 2 e guerra in Ucraina: perché è il "gasdotto della discordia"

Il Nord Stream 2 aggira l'Ucraina, togliendo al paese circa un miliardo di euro all'anno di introiti da tariffe di transito e, è il timore di Kiev, rimuovendo un ostacolo a una potenziale aggressione russa. L'Ucraina, in conflitto con la Russia dall'annessione della Crimea da parte di Mosca nel 2014, ritiene che il Nord Stream 2 sara' utilizzato dalla Russia per esercitare pressioni politiche. Negli anni scorsi, ci sono state diverse controversie tra Kiev e Mosca che hanno lasciato l'Ucraina senza gas. Gli Stati Uniti condividono queste preoccupazioni. Così come diverse nazioni europee, in particolare Polonia e i paesi dell'Europa orientale, temono di diventare troppo dipendenti da Mosca per la sicurezza energetica. Inoltre, molti analisti non sono d'accordo sui vantaggi economici e ambientali di Nord Stream. Un rapporto del 2018 del think tank tedesco Diw ha affermato che il progetto non era necessario e si basava su previsioni che "sopravvalutano significativamente la domanda di gas naturale in Germania e in Europa".

Nord Stream 2, perché la Germania ci puntava

La principale economia europea importa circa il 40% del proprio gas dalla Russia e ritiene che il gasdotto abbia un ruolo nella transizione energetica da carbone e nucleare alle rinnovabili. L'ex cancelliere Gerhard Schroeder è presidente del comitato degli azionisti del Nord Stream. Il precedente governo tedesco guidato da Angela Merkel ha sempre ignorato le richieste di abbandonare il progetto anche se le tensioni con la Russia sono aumentate per le accuse di spionaggio e l'avvelenamento e l'incarcerazione dell'oppositore politico Alexei Navalny. Oggi, con i prezzi dell'energia in aumento in tutta Europa e la Russia che come appare sta limitando le forniture di gas per esercitare pressioni sull'Occidente, fermare il Nord Stream 2 sembra un rischio per Berlino.

Nord Stream 2, perché gli Usa non lo vogliono

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si oppone a Nord Stream 2, definendolo un cattivo affare per l'Europa e un rischio per la sicurezza. Le sanzioni statunitensi sulle navi russe che hanno posato il tubo sono riuscite a ritardare il Nord Stream 2, facendo irritare la Germania. Ma Biden, appena eletto e desideroso di ricostruire i legami transatlantici dopo Donald Trump, lo scorso anno ha rinunciato alle sanzioni contro la società controllata dalla Russia che sta dietro il progetto. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha insistito a lungo sul fatto che Nord Stream 2 rappresenti una seria minaccia alla sicurezza globale. "Consideriamo questo progetto esclusivamente attraverso il prisma della sicurezza e lo consideriamo una pericolosa arma geopolitica del Cremlino", ha affermato Zelensky l'anno scorso.

Ora lo stop, forse arrivato troppo tardi.

LEGGI ANCHE:

Putin dichiara guerra in piena notte: non interferite o conseguenze terribili

Guerra Ucraina, invasione iniziata: bombe su Kiev. Attacco totale di Putin

Ucraina, Zelensky introduce la legge marziale. "Putin vuole la grande guerra"

Il presidente ucraino: "potrebbe essere grande guerra in Europa"

Commenti
    Tags:
    crisi ucraina





    in evidenza
    Delitto Tramontano, Perrino a Ore 14: "Il veleno usato (solo) per far abortire Giulia? Un autogol per la difesa di Impagnatiello"

    MediaTech

    Delitto Tramontano, Perrino a Ore 14: "Il veleno usato (solo) per far abortire Giulia? Un autogol per la difesa di Impagnatiello"

    
    in vetrina
    Tennis/ Sinner, nuovo numero uno al mondo? La bella Anna è in tribuna per lui

    Tennis/ Sinner, nuovo numero uno al mondo? La bella Anna è in tribuna per lui


    motori
    Porsche presenta le nuove 911 Carrera GTS e 911 Carrera con il T-Hybrid

    Porsche presenta le nuove 911 Carrera GTS e 911 Carrera con il T-Hybrid

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.