A- A+
Esteri
Germania, Grosse Koalition tra la Merkel e Schulz

La Germania marcia verso la riedizione della GroKo (come la Bild definisce la Grosse Koalition). "E' la migliore opzione", ha affermato in una intervista alla Bild am Sonntag Horst Seehofer, capo della Csu, la sorella bavarese della Cdu del Cancelliere Angela Merkel. 

"Un'alleanza con la Spd - ha aggiunto Seehofer - è comunque meglio di una coalizione 'Giamaica' (Csu/cdu, Verdi e Fdp, il cui insieme di colori nei simboli compone la bandiera del paese caraibico, ndr), di un governo di minoranza o di nuove elezioni" Sabato era stata Angela Merkel a sollecitare la formazione di un governo in "tempi rapidi" e a dirsi disponibile a un "compromesso" con i Socialdemocratici. 

"L'Europa - aveva detto il Cancelliere tedesco di fronte a una platea di esponenti regionali della Cdu a Kuhlungsborn, nel nord-est del paese - ha bisogno di una Germania forte e non solo di un governo che mandi avanti gli affari correnti". Dopo il fallimento dei negoziati per un governo 'Giamaica' e la svolta della Spd, passata quest'ultima dalla ferma intenzione di porsi all'opposizione alla disponibilita' a rimettere in piedi la 'grande coalizione', Cdu/Csu e Spd si preparano all'appuntamento di giovedi' prossimo, quando si chiuderanno a Schloss Bellevue (il palazzo presidenziale) insieme a Frank-Walter Steinmeier. 

Al presidente della Repubblica Merkel, Horst Seehofer, capo della Csu, e Martin Schulz, che guida i Socialdemocratici, dovranno presentare la cornice di un negoziato che si annuncia difficoltoso ma non impossibile, visto che il cancelliere li ha tenuti insieme nello stesso governo una prima volta dal 2005 al 2009 e poi dal 2013 al 2017. Con la Spd, aveva sottolineato Merkel, le discussioni si terranno "sulla base del rispetto reciproco" e in una cornice nella quale "il compromesso e' un elemento". 

"Cio' che trovo del tutto sbagliato e' dire 'Si va di nuovo al voto': abbiamo un mandato dagli elettori". I sondaggi sembrano dar ragione a 'mutti' ('mamma', cosi' talvolta la stampa americana definisce Merkel): in caso di ricorso anticipato alle urne, il quadro politico che ne uscirebbe sarebbe lo stesso di quello attuale. In piu', vi e' un rischio che l'estrema destra, gia' entrata nel Bundestag, aumenti i consensi. Ce n'e'e abbastanza, forse, per dire, da entrambe le parti, si' alla GroKo.

SONDAGGIO, CRESCE SOSTEGNO PER CDU/CSU E SPD - Cresce in Germania il sostegno per i partiti che potrebbero costituire la nuova grande coalizione di governo, il blocco conservatore Cdu/Csu di Angela Merkel e la Spd di Martin Schulz, dopo il fallimento dei negoziati per una coalizione giamaica la scorsa settimana. Secondo un sondaggio commissionato da Bild am Sonntag, il blocco Cdu/Csu ha guadagnato due punti, arrivando al 33 per cento dei consensi, la Spd uno, per arrivare al 22 per cento. 

Tags:
germania grande coalizionecdu csu spd merkelgermania groko
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.