A- A+
Esteri
Guerra Ucraina, pesanti raid di Mosca. Uccisi 600 militari ucraini

Guerra Ucraina, Zelensky: "La tregua russa era una farsa" 

Non s'arresta la guerra tra Russia e Ucraina, giunta ormai al suo 319esimo giorno. Il presidente ucraino Zelensky attacca Mosca sulla tregua "farsa" per il Natale ortodosso: "La tregua russa era falsa, ci potrà essere pace solo quando gli invasori saranno respinti". Riprendono quindi i bombardamenti sulle città ucraine. Durante un'operazione di rappresaglia per l'attacco ucraino a Makiivka, le forze armate russe hanno ucciso oltre 600 militari ucraini a Kramatorsk con un massiccio raid missilistico. Kiev però smentisce la versione del Cremlino, parlando di "sciocchezze".

Guerra Ucraina, il sndaco Kramatorsk smentisce le vittime nell'attacco

A tal proposito, il sindaco di Kramatorsk, la città in ucraina orientale che la Russia sostiene di aver preso di mira come rappresaglia per l'eccidio di soldati russi a Makiivka, ha riferito che non è rimasto ucciso nessuno nell'attacco missilistico notturno a vari edifici della città. "Sono stati danneggiati due istituti scolastici, otto condomini e garage. Ma non sono segnalate vittime", ha riferito Oleksandr Honcharenko. Il governo di Mosca sostiene che le truppe russe abbiano condotto una "rappresaglia" nella città, per vendicare la morte degli 89 soldati russi uccisi la notte di capodanno e sostiene che siano morti 600 militari ucraini. Giornalisti della Reuters hanno poi visitato la zona e i due edifici colpiti - due dormitori che, secondo il ministero della Difesa russo, ospitavano temporaneamente i militari ucraini vicino al fronte di guerra- e nessuna delle due strutture appariva seriamente danneggiata o riportare tracce di sangue, persone ferite o morti.

Guerra Ucraina, Kiev accusa: "Bombe russe a grappolo su Zaporizhzhia"

La notte scorsa i russi hanno utilizzato bombe a grappolo su Zaporizhzhia: l'uso di queste armi "proibite" è stato denunciato dal Oleksandr Starukh, il capo dell'amministrazione militare ucraina della regione in cui si trova la città, nuovamente colpita nelle scorse ore. Sul suo profilo Telegram, Starukh ha postato foto delle bombe cadute sulla periferia sud di Zaporizhzhia, che hanno danneggiato magazzini e altre strutture. 

Mosca, si sottolinea nella odierna analisi dell'intelligence di Londra, "mantiene una grande forza in questo settore. Il modo in cui la Russia ha lavorato per migliorare le difese suggerisce che i comandanti sono molto probabilmente preoccupati dalla possibilità di un'importante azione offensiva ucraina in due settori: o nel nord della regione di Lugansk o in quella di Zaporizhzhia". In particolare, secondo gli inglesi, "un'importante avanzata ucraina a Zaporizhzhia metterebbe seriamente in discussione la fattibilità del "ponte di terra" russo che collega la regione di Rostov alla Crimea", mentre "un successo ucraino a Luhansk comprometterebbe ulteriormente l'obiettivo di guerra professato dalla Russia di "liberare" il Donbas". (AGI)

Guerra Ucraina, nuovi raid russi sulle zone industriali di Kramatorsk e Kostyantynivka

Durante la notte le forze russe hanno effettuato sette attacchi missilistici su Kramatorsk e due su Kostyantynivka, nell'area della regione del Donetsk controllata dalle autorità ucraine. Lo riferisce su Telegram il capo dell'amministrazione militare ucraina della regione, Pavlo Kyrylenko. Secondo le prime informazioni, non ci sono vittime o feriti e i bombardamenti hanno danneggiato le zone industriali delle due città. 

Ucraina, Tajani: "La guerra lampo è stato un flop politico per Putin" 

A intervenire oggi sulla guerra in Ucraina anche il ministro degli esteri Antonio Tajani che ha parlato del fallimento di quella che la Russia credeva una "guerra lampo" contro l'Ucraina, una sconfitta politica, anche se non ancora militare, per il presidente Vladimir Putin. "Qualche lustro fa, ha ricordato Tjani, Putin sembrava voler scegliere un rapporto privilegiato con l'Occidente, poi è stato sempre più il leader di una realtà che vuole tornare a essere l'Unione sovietica. Questo l'ha portato ad atteggiamenti aggressivi, prima con la Georgia ma con Berlusconi e la Francia abbiamo sventato questo tentativo".

Ora invece "ha pensato di vincere una guerra lampo in Ucraina sopravvalutando l'esercito russo che ha registrato un drammatico fallimento". Tajani ha ribadito la posizione dell'Italia a favore di una "pace giusta": "il voler insistere in uno scontro di questo tipo - ha detto riferendosi sempre a Putin - non lo porterà a un risultato positivo e a pagare saranno i russi. Noi non abbiamo nulla contro il popolo russo, che non ha alcuna responsabilità, ma chiediamo al leader che rispetti i confini dell'Ucraina e il diritto internazionale".

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
guerra ucrainakievmosca





in evidenza
Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

Guarda le foto

Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.