A- A+
Esteri
Israele, muore in carcere il leader della Jihad. Razzi palestinesi e tensioni

Israele, tre razzi dalla Palestina per la morte del leader della Jihad

Khader Adnan, uno dei principali esponenti del movimento della Jihad islamica palestinese, che da più di 80 giorni era in sciopero della fame per protestare contro la sua detenzione da parte di Israele, è morto in carcere. L'amministrazione carceraria israeliana ha annunciato in un comunicato la morte del prigioniero affiliato al Jihad islamico, "trovato privo di sensi nella sua cella" e poi ricoverato in ospedale. Il Jihad islamico e il Club dei prigionieri palestinesi hanno confermato all'AFP che Khader Adnane è morto all'età di 45 anni.

Accusato da Israele di appartenere alla Jihad islamica palestinese e di incitamento alla violenza, Adnan rischiava una "morte imminente" e doveva essere "trasferito d'urgenza in un ospedale per essere tenuto sotto osservazione medica", secondo l'organizzazione Physicians for Human Rights in Israel (PHRI). Ieri il PHRI ha avvertito che Adnan, 44 anni, aveva difficoltà a muoversi e a parlare ed era "pericolosamente emaciato". Il primo ministro palestinese Mohammad Shtayyeh ha accusato Israele di aver deliberatamente assassinato il prigioniero Khader Adnan. "L'occupazione israeliana e la sua amministrazione carceraria hanno compiuto un assassinio deliberato. Lanciati tre razzi, tensione altissima nella striscia di Gaza.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
israele





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"


motori
Kia, l’artista Richard Boyd-Dunlop firma il Camouflage del pick up Tasman

Kia, l’artista Richard Boyd-Dunlop firma il Camouflage del pick up Tasman

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.