A- A+
Esteri
La Francia vieta l'abaya nelle scuole: bandita la tradizionale tunica islamica

Francia, stop all'abaya nelle scuole: bandita la tradizionale tunica islamica

Il governo francese ha annunciato il divieto di indossare nelle scuole l'abaya, la tradizionale tunica islamica utilizzata da alcune donne musulmane per coprire tutto il corpo, dalle spalle ai piedi. Ad annunciarlo è stato il ministro dell'Istruzione del governo di Parigi, Gabriel Attal, secondo il quale la misura è coerente con la laicità imposta negli istituti scolastici transalpini, nei quali è vietata la presenza di simboli religiosi, inclusi ad esempio i crocifissi.

La decisione arriva dopo mesi di discussioni sul tema e probabilmente susciterà la reazione dei cinque milioni di musulmani presenti in Francia. A spingere per il divieto è stata la destra transalpina, mentre la sinistra si era detta contraria. Attal ha anche annunciato che in questi giorni parlerà con i dirigenti scolastici per spiegare in che modo dovranno adoperarsi per applicare le nuove regole. Ribadendo che queste ultime saranno "chiare a livello nazionale", il che lascia intendere che non dovrebbero esserci deroghe. 

A spiegarlo in diretta televisiva è stato poi il portavoce del governo, Olivier Véran, secondo cui l'abaya è "chiaramente" un abito religioso e la scuola "è il tempio della laicità". La diffusione della abaya negli spazi pubblici è stata finora "tollerata", anche se l'abito è sempre stato più frequentemente "consigliato" dai religiosi ortodossi islamici più ortodossi. "Non si va a scuola per fare proselitismo religioso ma per imparare. Quando si è in classe non ci si deve trovare esposti a segni religiosi ostentatori".

Intanto fioccano le prime critiche da sinistra, con La France Insoumise che ha denunciato il provvedimento: "Fin dove arriverà la polizia dell'abbigliamento? - ha twittato la deputata Clémentine Autain - La proposta di Gabriel Attal è incostituzionale, contraria ai principi fondatori della laicità. Sintomatica del rifiuto ossessivo dei musulmani".

Leggi anche: Regno Unito, clamoroso: Carlo si è già stancato di fare il re. Vuole abdicare

Iscriviti alla newsletter
Tags:
abayafranciaislamicimusulmaniscuolatunicavelo





in evidenza
"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

Finley, l'intervista di Affari

"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


motori
Winkelmann CEO Lamborghini, prudente sulle BEV il primo modello arriverà nel 2028

Winkelmann CEO Lamborghini, prudente sulle BEV il primo modello arriverà nel 2028

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.