A- A+
Esteri
Libia, l'ambasciatore russo attacca: i raid Usa anti-Isis sono "illegali"

L'ambasciatore russo in Libia, Ivan Molotkov, ha dichiarato che i raid aerei statunitensi in Libia "non presentano elementi di legalita'". In una dichiarazione all'agenzia di stampa "Interfax", Molotkov ha detto che "dal punto di vista del diritto", e' difficile individuare elementi di legalita' negli attacchi Usa. "Attualmente in Libia e' difficile palare di diritto", ha aggiunto Molotkov. Secondo l'agenzia "Interfax", gli Usa avrebbero risposto alle dichiarazioni del diplomatico russo: un rappresentante del Dipartimento di Stato ha affermato che Washington respinge le accuse russe, appellandosi al diritto di autodifesa. "Gli Stati Uniti hanno la possibilita' di usare la forza militare contro i militanti islamisti in Libia come auto-difesa nel quadro del conflitto armato in corso contro lo Stato islamico", ha dichiarato il rappresentante del Dipartimento di Stato.

L'ambasciatore russo in Libia, Ivan Molotkov, ha dichiarato che i raid aerei statunitensi in Libia "non presentano elementi di legalita'". In una dichiarazione all'agenzia di stampa "Interfax", Molotkov ha detto che "dal punto di vista del diritto", e' difficile individuare elementi di legalita' negli attacchi Usa. "Attualmente in Libia e' difficile palare di diritto", ha aggiunto Molotkov. Secondo l'agenzia "Interfax", gli Usa avrebbero risposto alle dichiarazioni del diplomatico russo: un rappresentante del Dipartimento di Stato ha affermato che Washington respinge le accuse russe, appellandosi al diritto di autodifesa. "Gli Stati Uniti hanno la possibilita' di usare la forza militare contro i militanti islamisti in Libia come auto-difesa nel quadro del conflitto armato in corso contro lo Stato islamico", ha dichiarato il rappresentante del Dipartimento di Stato.

L'Italia nella campagna di Libia. Gentiloni: "Sigonella? Valuteremo"

Libia, parla Gentiloni. "Valuteremo se ci saranno richieste, naturalmente se prenderemo decisioni ne informeremo il Parlamento". Cosi' il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, a Uno Mattina dopo i raid Usa in Libia, alla domanda sull'ipotesi dell'uso della base di Sigonella. "La cosa che gli italiani devono sapere - ha detto - è che si tratta di interventi mirati contro le posizioni dell'Isis attorno a Sirte, città costiera diventata la roccaforte di Daesh in Libia". "Credo sia un fatto molto positivo che gli americani abbiano deciso di intervenire".

Il governo italiano si augura che l'intervento americano in Libia sia "risolutivo" anche perchè la Libia è il Paese da cui proviene il 90% dei migranti che giungono sulle nostre coste e dunque la sua stabilizzazione e' particolarmente importante, ha aggiunto Gentiloni che ha sintetizzato così la posizione del governo italiano all'indomani della notizia dei primi raid statunitensi contro le postazioni jihadiste a Sirte. "Il Daesh è concentrato in 4-5 compound", non sarà "facile" sradicarlo, ma questo "sarebbe una messaggio molto forte non solo contro il terrorismo ma per la stabilizzazione della Libia".

L’operazione contro gli estremisti dell’Isis entra dunque nella fase calda e l’Italia certamente giocherà un ruolo, sia pur senza stare in prima linea, almeno in questo momento. Per i primi attacchi si è scelto di utilizzare le basi militari in Giordania e le unità navali americane schierate nel Mediterraneo. Ma il comando Usa ha già fatto sapere che i raid andranno avanti e dunque sarà necessario poter contare su altri luoghi di decollo. L’ok all’utilizzo della base di Sigonella era già stato concesso qualche settimana fa. Ed entro la fine del mese, nonostante la cautela espressa da Gentiloni, i droni armati potrebbero decollare proprio dall’aeroporto militare siciliano.

Tags:
italia si prepara a campagna militare in libiagentiloni su sigonellacaccia raid
in evidenza
Nicole Minetti su Instagram Profilo vietato agli under 18

Le foto valgono più delle parole...

Nicole Minetti su Instagram
Profilo vietato agli under 18

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia

Ford Mustang Mach-E GT: il più potente SUV elettrico Ford approda in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.