A- A+
Esteri
Libia, Serraj chiede militari a Erdogan. Di Maio: "Rischio terrorismo"

Libia: truppe Haftar, milizie Tripoli usano bambini soldato

L'Esercito nazionale libico, guidato dal generale Khalifa Haftar, accusa le milizie di Tripoli, appoggiate dal Governo di accordo nazionale di Fayez al Serraj, di "usare bambini soldato nei combattimenti per respingere l'offensiva contro Tripoli". Lo ha dichiarato il portavoce dell'Esercito, Ahmed al Mismari, in una conferenza stampa dove ha mostrato alcune foto di presunti adolescenti, alcuni di 13 anni, assoldati dalle milizie. "Ne abbiamo la certezza anche perche' purtroppo alcuni sono stati uccisi in battaglia", ha spiegato al Mismari che chiede alle organizzazioni internazionali per i diritti umani di indagare e intervenire. 

Libia: media, Serraj pronto a chiedere truppe ad Ankara

Il governo di accordo nazionale del premier libico Fayez al-Serraj e' pronto a chiedere l'intervento militare delle truppe di Ankara nella guerra civile in Libia. Lo riferisce al-Arabiya, citando fonti di Tripoli. Ankara e Tripoli hanno firmato nei giorni scorsi un memorandum sulla gestione dei confini marittimi che prevede, tra l'altro, l'intervento delle truppe turche nel caso Tripoli lo richieda. (AGI)Bia 191351 DIC 19 NNNN

Libia: Di Maio, "Impegno per soluzione insieme a Onu"

"Abbiamo bisogno delle Nazioni Unite per risolvere una crisi fondamentale che e' quella libica - ha affermato Di Maio -. Ho parlato in queste ore con il segretario generale dell'Onu, Guterres, e' chiaramente noi sosteniamo tutti gli sforzi delle Nazioni Unite affinche' in Libia si posano mettere tutti gli attori principali attorno a un tavolo, durante la conferenza di Berlino, e si possa trovare una soluzione pacifica a uno scontro, a una guerra civile che in questo momento vede una serie di interferenze esterne che ne fanno una guerra per procura". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio a margine dell'iniziativa brindisina alla quale ha partecipato anche il segretario generale delle Nazioni unite Antonio Guterres.

"E questo non vuol dire - ha proseguito Luigi Di Maio - avere solo una guerra in Libia, significa avere un rischio terrorismo a poche centinaia di chilometri dalle coste italiane. Significa avere instabilita' in buona parte del nord Africa. Significa un grande problema per il Mediterraneo che potrebbe essere una grandissima occasione di sviluppo anche per le nostre imprese, e che invece vedono un Mediterraneo sempre piu' instabile e in difficolta'. "Quindi la giornata di oggi al Centro servizi globale delle Nazioni Unite (UNGSC) di Brindisi in occasione del 25 anniversario della sua creazione - ha concluso il ministro Luigi Di Maio - e' stata un'occasione per ribadire il nostro sostegno alle Nazioni Unite e per chiedere il massimo sostegno per una risoluzione tempestiva della crisi libica".

Loading...
Commenti
    Tags:
    libiamilitarierdogandi maio
    Loading...
    in evidenza
    Liti e urla in casa. La Elia si isola "Voglio solo sopravvivere..."

    Grande Fratello Vip bufera-news

    Liti e urla in casa. La Elia si isola
    "Voglio solo sopravvivere..."

    i più visti
    in vetrina
    Lana Rhoades, pornostar svela il messaggio da un calciatore famosissimo...

    Lana Rhoades, pornostar svela il messaggio da un calciatore famosissimo...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Opel Insignia GSi con trazione integrale avanzata, ordinabile da marzo

    Nuova Opel Insignia GSi con trazione integrale avanzata, ordinabile da marzo


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.