A- A+
Esteri
Macron e il peso della crisi Ucraina: il flop con Putin fa risalire la Le Pen

Ucraina: l’Europa si muove in ordine sparso

Qual è la posizione dell’Europa sulla crisi Ucraina? Difficile trovarne una univoca, visto che l’Unione è ancora alla ricerca di un’identità collettiva, mentre ogni Paese legittimamente ha i suoi problemi ai quali pensare. L’Italia è fortemente dipendente proprio da Russia e Ucraina sul piano energetico, lo stesso vale per la Germania, che non è certo arrivata a cuor leggero a bloccare Nordstream 2, mentre la Francia gode dell’autonomia dettata dal nucleare, ma comunque ha scommesso le sue fichès sul tavolo (lunghissimo) di Putin per via dei problemi personali di Macron

Il presidente in carica è ancora in testa ai sondaggi in vista delle elezioni del 10 aprile: sta con lui il 24,5% dei francesi, con Marine Le Pen al 18% (in crescita del 3% in una sola settimana), Eric Zemmour al 13,5%, Valèrie Pècresse all’11,5% (in discesa del 2,5%), Jean-Luc Mélenchon all’11,5%, Yannick Jadot al 5,5% e infine Christiane Taubira e Anne Hidalgo appaiate a quota 2,5%. Macron non ha ancora ufficializzato la sua candidatura, ma si tratta veramente di una formalità, visto che già si sa che il 5 marzo si svolgerà a Marsiglia il suo primo comizio elettorale. Pur favorito nella corsa all’Eliseo, Macron sa bene che la sua probabile vittoria dovrà molto alla frammentazione della destra che, nel caso avesse trovato un candidato unitario, gli avrebbe creato dei seri grattacapi.

Il “tradimento” di Putin e gli altri flop di Macron

Certamente essersi speso personalmente per una de-escalation della crisi ucraina non ha giovato all'immagine di Macron, visti i pessimi risultati ottenuti. I suoi competitor non hanno perso tempo nel puntare il dito sulle tempistiche del suo intervento diplomatico, giudicate tardive. Altri gli rimproverano l’atteggiamento opposto, ovvero di aver lungamente fatto da interlocutore sia degli Stati Uniti che della Russia, anche ben prima di questa crisi, ottenendo solamente la “gentilezza” di una telefonata preventiva da parte di Putin, poco prima che il leader russo informasse tutto il mondo delle sue intenzioni, così lontane dagli auspici di Macron. Un flop evidente, che spinge il senatore Bruno Retailleau (consigliere di Pècresse) ad accusare il presidente uscente di avere "indebolito la Francia sul piano internazionale" con una "politica delle bravate che in realtà è stata solo una successione di colpi di spada nell'acqua". Un giudizio duro, ma che affonda le sue radici anche sui fallimenti nei negoziati con l’Iran, l’uscita forzata dal Mali, la sconfitta in Libano e la vicenda dei sottomarini australiani. 

Macron sarà pure in testa ai sondaggi, ma i suoi avversari lo aspettano al varco: l’invito a riferire all’Assemblea nazionale sembra infatti il preludio a un attacco politico che potrebbe fortemente minare la popolarità di Monsieur le Président. Da parte sua, lo staff di Macron tenta di scaricare il barile su Putin, accusandolo – non senza ragione – di aver tradito sia gli accordi internazionali che i patti diplomatici. Ma, quando si è dalla parte di chi si è fatto fregare, non è un argomento particolarmente efficace. Non in politica, almeno.

La partita delle presidenziali è tutt’altro che compromessa, ma per Macron rischia di cominciare con difficoltà che non erano in preventivo. E la crescita nei sondaggi di Marine Le Pen suona davvero come un preoccupante campanello d’allarme. 

 

Leggi anche:

Ue: Macron non prende domande, giornalisti lasciano la sala

Francia, strappo in casa Le Pen. Marion Marechal contro la zia Marine

"Valerie Pécresse può conquistare la Francia", intervista a Maria Latella

Ciclone Pécresse sulla destra francese: sarà la prima donna Presidente?

Chi è Zemmour: il nuovo leader della destra francese oscura Le Pen (e Macron?)

Francia: primarie Gauche, vince Taubira davanti Jadot e Melenchon

Commenti
    Tags:
    crisi ucrainaelezioni francia 2022emmanuel macronmarine le penvladimir putin





    in evidenza
    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex

    L'attacco a Fernando Alonso

    La vendetta di Taylor Swift in un brano: "ravenge song" contro il suo ex

    
    in vetrina
    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


    motori
    Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

    Alfa Romeo Giulietta Sprint, celebra 70 anni di storia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.