A- A+
Esteri
Orrore in Myanmar: il poeta Khet Thi ucciso e privato degli organi interni

Orrore in Myanmar: il corpo del poeta Khet Thi, deceduto durante una detenzione politica, è stato restituito alla famiglia privo di organi.

Khet Thi era stato prelevato dalla polizia dell’ex Birmania lo scorso sabato per un interrogatorio insieme alla moglie, che però ha spiegato di averne perso le tracce: “Mi hanno interrogata e mi hanno detto che anche lui sarebbe stato sottoposto a domande. Ma non l’ho più rivisto. Ho riavuto solamente il suo corpo. Mi hanno chiamata per dirmi di andare a vederlo all’ospedale di Monywa. Pensavo che avesse un braccio rotto o qualcosa del genere, ma quando sono arrivata lui era all’obitorio, con gli organi interni estratti”.

La moglie del poeta ha inoltre aggiunto che le stato detto che il marito sarebbe morto per un problema cardiaco, ma non ha nemmeno guardato il certificato di morte, nella convinzione che avrebbe unicamente contenuto dati falsi. Inoltre, la sepoltura del corpo era già stata programmata e sarebbe avvenuta rapidamente e senza troppe formalità, se la moglie non avesse reclamato il corpo.

Khet Thi, acceso oppositore del regime che lo scorso 1 febbraio ha deposto Aung San Suu Kyi, è già il terzo poeta che perde la vita durante le contestazioni.

Due settimane dopo il colpo di Stato aveva scritto: “Non voglio dare il mio sostegno all’ingiustizia. Se avessi solo un minuto da vivere, vorrei che la mia coscienza in quel minuto rimanesse pulita”.

Commenti
    Tags:
    myanmarregimeaung san suu kyikhet thi
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Sky Calcio, tagliato il costo dell'abbonamento. E il pacchetto Sky Sport...

    Sky Calcio, tagliato il costo dell'abbonamento. E il pacchetto Sky Sport...


    casa, immobiliare
    motori
    Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

    Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.