A- A+
Esteri
Profughi Afghanistan, Sandro Gozi: "Vanno gestiti, serve un esercito europeo"

Afghanistan, Sandro Gozi: “L’Europa deve gestire i flussi di profughi, non subirli. Serve un esercito europeo”


“L’Unione Europea ha una scelta. I flussi migratori dall’Afghanistan ci sono e ci saranno. L’Europa deve decidere se avere questi flussi in maniera organizzata o disorganizzata, se li vuole gestire oppure subire”, così si è espresso Sandro Gozi, Europarlamentare di Renaissance Ue, ai microfoni di Radio Cusano Campus.

Già sottosegretario nei Governi Renzi e Gentiloni, Gozi si è poi trasferito in Francia, dove è stato eletto deputato europeo del Gruppo Renew Europe al Parlamento europeo, nella circoscrizione francese con la lista Renaissance, promossa da Emmanuel Macron e da En Marche.

“Il punto non è dire ‘non vogliamo i flussi’ perché, per ovvi motivi, ci saranno”, ha aggiunto Gozi. 

“Se aspettiamo che tutti i Paesi siano d’accordo nell’accogliere i rifugiati la storia continuerà e si perderà tempo, perchè ci sarà sempre qualche genio che si metterà di traverso. Dovessimo aspettare Orban, alleato di Meloni e Salvini, staremo lì dieci anni senza fare nulla. Il punto è decidere a maggioranza, coinvolgendo un gruppo di Paesi e con fondi dell’Unione Europea, assumendoci questa responsabilità.  Se decidiamo insieme sarà facile gestire il fenomeno, non ci sarà nessuna invasione. Se aspettiamo l’unanimità rischiamo solo di perdere tempo”.

Sandro Gozi ha quindi rilanciato la proposta di un esercito dell’Unione Europea: “Dobbiamo arrivare ad avere una giusta autonomia strategica di difesa e sicurezza europea, insomma un esercito dell’Unione Europea. Sono stati criticati gli stati Uniti sull’Afghanistan ma anche l’indecisione e l’improvvisazione della NATO sono lampanti. Questo vuol dire che noi europei dobbiamo darci un’autonomia, ovvero avere la capacità di tutelare i propri interessi”.
 

Commenti
    Tags:
    profughi afghanistansandro goziesercito europeo





    in evidenza
    Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

    Guarda le foto

    Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

    
    in vetrina
    Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

    Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


    motori
    Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

    Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.