A- A+
Esteri
Putin e il tavolo lungo. Macron temeva il furto del suo Dna, tampone rifiutato

Putin e il tavolo lungo. La paura di dare il Dna ai Servizi segreti russi

E' satto svelato il mistero del tavolo lungo al Cremlino, quello diventato celebre in occasione delle visite in Russia a Putin, prima di Macron e poi di Scholz per trattare sulla questione della guerra in Ucraina. Arrivati a Mosca a distanza di una settimana uno dall’altro - si legge sul Corriere della Sera - i leader di Francia e Germania hanno entrambi rifiutato di fare il test molecolare per il Covid offerto dai servizi medici del Cremlino. Ma siccome era indispensabile per vedere il presidente russo, il presidente francese e il cancelliere tedesco si sono sottoposti a un Pcr eseguito dai medici delle rispettive ambasciate, con apparecchi portati dai rispettivi Paesi.

La ragione del rifiuto - prosegue il Corriere - è che Macron e Scholz non volevano che i russi entrassero in possesso dei loro dna. Florian Schimikowski, storico del Museo tedesco dello spionaggio svela il motivo. "I dati sono diventati merce preziosa e le tracce genetiche sono sicuramente quelle più sensibili e personali. Per i servizi segreti una vera miniera d’oro, anche soltanto a futura memoria". È un fatto che molte intelligence siano state da sempre interessate ai dati biometrici delle persone. Il caso della Russia non è isolato, dossier segreti svelano retroscena inediti relativi anche agli Stati Uniti. Hillary Clinton, quando era segretaria di Stato chiese di ottenere qualsiasi dettaglio, dna incluso, di capi di Stato africani in visita alla Casa Bianca.

LEGGI ANCHE

Green Pass abolito per tutti. Tra pochi giorni, c'è la data: eccola

Harry-Meghan, divorzio vicino: famiglia reale pronta, e lui torna con Eugenia

Vaccini, subito la quarta dose per i più fragili. Un nuovo segnale d'allarme

Iscriviti alla newsletter
Tags:
dnaguerra ucrainamacronputinrussiatamponetavolo lungo





in evidenza
Ferragni, Fedez e la lite da Cracco: "Se ne sono detti di tutti i colori”

Il retroscena

Ferragni, Fedez e la lite da Cracco: "Se ne sono detti di tutti i colori”


in vetrina
Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


motori
FIAT rivoluziona la mobilità con la nuova gamma ispirata alla Panda

FIAT rivoluziona la mobilità con la nuova gamma ispirata alla Panda

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.