A- A+
Esteri
Siria, la svolta militare: patto anti Isis tra Usa e Russia

SVOLTA SULLA SIRIA: PATTO ANTI ISIS TRA USA E RUSSIA

Gli Usa propongono alla Russia un nuovo patto militare per la Siria, con l'Isis e al-Qaeda nel mirino, che cambierà radicalmente l'assetto delle forze sul campo: è quanto emerge da un documento rivelato dal Washington Post. In sostanza il centro dell'incontro a Mosca del segretario di Stato John Kerry con Vladimir Putin. "La nuova proposta dell'amministrazione Obama alla Russia sulla Siria è molto più ampia di quanto si sapesse - scrive sul quotidiano americano Josh Rogin, che ha ottenuto il testo del documento - aprirebbe la via per una profonda cooperazione tra militari Usa e russi e tra agenzie di intelligence, per attacchi aerei coordinati contro i ribelli siriani considerati terroristi". Tra le novità del piano congiunto di cui si parla da tempo, ma che ora è messo nero su bianco, c'è la creazione di un centro di comando e controllo congiunto per coordinare le operazioni aeree, che ospiterebbe sia ufficiali Usa che russi, sia militari che servizi, a fianco di team di esperti.

I PUNTI INTERROGATIVI DELL'ALLEANZA

Molti comunque restano i punti interrogativi. Il piano americano favorirebbe Assad, dato che mira a indebolire parte delle forze che gli si oppongono? Mosca da tempo aveva in mente un simile schema? Secondo il WP "non è affatto chiaro se sarà accettato da Putin o se la Russia rispetterà le condizioni proposte". Funzionari dell'amministrazione americana sottolineano che comunque non c'è ancora un accordo definitivo o formale tra i due Paesi e che "ci sono trattative in corso prima dell'arrivo di Kerry a Mosca". Il "Gruppo di implementazione congiunto" sarebbe basato ad Amman, in Giordania. Russia e Usa avrebbero due quartieri generali separati, ma un ufficio di coordinamento congiunto, con "rappresentanti nazionali di alto grado" per entrambe le parti. Prima ci sarebbe uno scambio di informazioni di intelligence, poi, sempre che ci sia un accordo su come procedere, si passerà ad "operazioni integrate", assegnando concretamente compiti per condurre raid aerei contro postazioni Isis e di al-Nusra. In cambio dell'aiuto americano, secondo il Washington Post, "ai russi verrà chiesto di limitare i raid" contro obiettivi concordati e lo stesso impegno verrà richiesto ad Assad. Ma sia l'esercito russo che quello siriano manterranno la possibilità di condurre azioni "unilaterali" in caso di "imminente minaccia" da parte delle milizie legate ad al Qaida e allo Stato islamico.

Tags:
siria usa russia isis
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.