A- A+
Esteri
Stephanie Clifford, “rendi di nuovo l’America arrapata”: la “simpatica” pornostar che inguaia Trump
Stormy Daniels

Stephanie Clifford, la pornostar che ha inguaiato Trump

Sta facendo un tour intitolato "Make America Horny Again" (rendi di nuovo l’America arrapata), sulla falsariga dello slogan di Donald Trump, “Make America great again” (rendi di nuovo l’America grande) e rischia di essere la persona che farà incarcere l’ex presidente statunitense.

Come racconta The Economist, Stephanie Clifford, nota con il nome d'arte di Stormy Daniels, è la “simpatica” pornostar che ha denunciato Trump dopo la violazone di un accordo preso qualche anno fa per non divulgare la notizia di una loro presunta relazione.

Il denaro, sostiene l'accusa, sarebbe stato successivamente iscritto a registro come "spese legali" in capo alla Trump Organization. Il procuratore di New York, Alvin Bragg, secondo la stampa Usa, potrebbe accusare Trump non solo di falso in bilancio, ma anche di crimini politici: nel 2016, infatti, era in pieno svolgimento la campagna elettorale per la Casa Bianca che vedeva Trump opporsi alla candidata democratica Hillary Clinton.

L'attenzione sul caso è cresciuta enormemente dopo che sabato 18 marzo lo stesso Trump ha annunciato che sarebbe stato arrestato il martedì successivo, 21 marzo, invitando i suoi sostenitori a protestare vigorosamente contro un'inchiesta definita "una caccia alle streghe". Alvin Bragg, in ogni caso, a decidere se chiedere al gran giuri' di votare sull'incriminazione dell'ex presidente. Nel caso in cui dovesse avvenire, quello di Trump sarebbe il primo arresto di un ex presidente nella storia degli Stati Uniti.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
stormy danielstrump





in evidenza
"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

Finley, l'intervista di Affari

"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


motori
Winkelmann CEO Lamborghini, prudente sulle BEV il primo modello arriverà nel 2028

Winkelmann CEO Lamborghini, prudente sulle BEV il primo modello arriverà nel 2028

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.