A- A+
Esteri
Sul web video di soldati ucraini decapitati, Zelensky vs Mosca: "La pagherete"
SOLDATO UCRAINO DECAPITATO

La brutalità della violenza russa sui soldati ucraini: i filmati incriminati

Nelle ultime ore stanno circolando su rete e social network, due video sconvolgenti, per ora attribuiti ai soldati russi. Il primo ritrae, in modo offuscato, l’esecuzione “presunta” di due soldati già mutilati (con le mani tagliate) che giacciono accanto a un veicolo militare distrutto. Poi una voce fuori campo che con liguaggio volgare racconta che il mezzo è saltato su una mina, uccidendo i due soldati. "Qualcuno è poi venuto e ha tagliato le loro teste", aggiunge la voce, con una risata.

La denuncia di Zelensky su Twitter: VIDEO 

A riguardo, Andriy Yermak, capo dell'ufficio del presidente ucraino, ha scritto nel suo Telegram: "Ci sarà una risposta e responsabilità per tutto", senza però specificare se le sue parole si riferissero al video.

Il fondatore del gruppo Wagner, Yevgeny Prigozhin, a cui è stato attribuito l’operato dell’esecuzione, ha negato il coinvolgimento dei combattenti della milizia nella decapitazione dei soldati ucraini e ha commentato: “Ho visto questo video è brutto quando le teste delle persone vengono tagliate, ma non ho visto da nessuna parte che questo stia accadendo vicino a Bakhmut e che membri della Wagner siano stati coinvolti nell’esecuzione”.

Mentre l'Institute for the Study of War ha affermato che Wagner "secondo quanto riferito stava continuando a commettere crimini di guerra decapitando militari ucraini a Bakhmut", riferendosi a una foto condivisa sui siti di social media filo-russi che mostrava quella che sembrava essere una testa mozzata.

Leggi anche: Documenti segreti Usa, nuove rivelazioni: "I generali russi contro la guerra"

Mentre il primo video appare più recente, riferisce la Cnn, il secondo invece è stato fatto risalire all’estate scorsa, a giudicare dalla vegetazione circostante. Diffuso su un canale pro russo l'8 aprile, mostra un soldato ucraino, come si intuisce dalla benda gialla che solitamente si usa per identificare i militari ucraini. Le immagini diffuse sono poco nitide, dunque non è certo il contenuto della scena. Sicuramente c’è una voce che si sente in sottofondo proprio all’inizio del video, che testimonierebbe che la vittima, dopo essere stata torturata da alcune figure dal volto coperto, fosse ancora viva. Uno degli esecutori dà ordini tramite un walkie-talkie.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
russiasoldati ucrainiucrainavideo decapitazionezelensky





in evidenza
Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

Guarda le foto

Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.