A- A+
Esteri
Ucraina, Meloni a Kiev da Zelensky: "Necessario per capire che cosa serva"

Ucraina, Meloni arriva a Irpin e si commuove 

Il premier Giorgia Meloni è arrivato a Irpin, una delle città martire dell’Ucraina, simbolo dei bombardamenti e dei massacri perpetrati ai danni della popolazione dalle forze russe. Irpin era stata visitata nel giugno scorso anche dall’allora premier Mario Draghi, dal cancellieri tedesco Olaf Sholz e no dal Presidente francese Emmanuel Macron. Meloni visiterà la città e i luoghi messi in ginocchio dai bombardamenti e presenzierà alla donazione di due dei 52 generatori elettrici che l’Italia ha destinato alla cittadinanza Ucraina, per un valore di oltre 660mila euro. Presenti inoltre sul posto due dei 45 mezzi dei vigili del fuoco italiani donati a Kiev, nonché alcune associazioni del nostro paese che operano in Ucraina.

Meloni arrivata in treno a Kiev. Nel pomeriggio l'incontro con il presidente assediato Zelensky

"Sono onorata. Credo fosse doveroso essere qui per ribadire la posizione del governo italiano e forse anche rendersi conto personalmente di quel che serve a un popolo che si batte per la sua libertà. E’ sempre diverso con i propri occhi, credo che aiuti anche gli italiani a capire”.

Così il premier Giorgia Meloni, ricevuta da una delegazione Ucraina all’arrivo alla stazione di Kiev, dopo il viaggio in treno nella notte. Il presidente del Consiglio, alla quale è’ stato donato un mazzo di rose e tulipani, e’ apparsa sorridente: “Sono onorata e felice di esserci”.

L'ambasciatore ucraino in Italia Melnyk: "Meloni a Kiev un segnale forte"

“La visita a Kiev del Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana Giorgia Meloni, alla vigilia dell'anniversario dell'invasione su vasta scala del suolo ucraino da parte della Russia, è senza dubbio un segnale forte del sostegno dell'Italia all'Ucraina e al popolo ucraino in questo periodo difficile per il nostro Paese". Lo dice all'Adnkronos Yaroslav Melnyk, ambasciatore d'Ucraina in Italia.

"Siamo sinceramente grati all'Italia per la sua posizione chiara e incrollabile sulla sovranità, l'indipendenza e l'integrità territoriale dell'Ucraina - aggiunge - che è stata ripetutamente espressa dai nostri amici italiani nell'arena politica internazionale”.

Meloni a Kiev, la reazione di Calenda

"La missione di Giorgia Meloni in Ucraina alla vigilia dell’anniversario dell’invasione russa è un fatto importante per la reputazione italiana e la solidità nostro posizionamento internazionale messo più volte in discussione da Salvini, Berlusconi e Conte". Così Carlo Calenda su Twitter.

Ucraina, la premier Meloni arrivata a Bucha

La premier Giorgia Meloni e’ appena arrivata a Bucha, una delle città-martiri ucraine, alle porte di Kiev. Il presidente del Consiglio farà tappa nella chiesa ortodossa di Sant'Andrea e deporrà una corona di fiori per le vittime delle fosse comuni. Ad aprile 2022, quando venne scoperto il massacro, le fosse comuni e le altre atrocità commesse dalle forze russe a Bucha, il mondo intero si strinse nella commozione e nell’indignazione all’Ucraina. Mosca ha sempre negato la responsabilità di quei crimini parlando di una ‘trappola mediatica’ dell’Occidente. Bucha è diventata uno dei luoghi simbolo del conflitto ucraino.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
kievmeloniucraina





in evidenza
Affari in rete

Guarda il video

Affari in rete


in vetrina
Belen paparazzata col nuovo fidanzato. Ecco chi è l'amore misterioso

Belen paparazzata col nuovo fidanzato. Ecco chi è l'amore misterioso


motori
Dacia rivoluziona il nuovo Duster, più tecnologico e sostenibile

Dacia rivoluziona il nuovo Duster, più tecnologico e sostenibile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.