A- A+
Esteri
Usa, arrivano i primi vaccini priorità a sanitari e case di cura

I Dipartimenti sanitari statali e gli Uffici dei governatori in tutto il paese sono stati finalmente informati dai Centers for Disease Control and Prevention e Operation Warp Speed sul numero delle ​​dosi di vaccino contro il Coronavirus  che riceveranno.

Con l'autorizzazione all'uso di emergenza del vaccino Pfizer prevista per la fine di questo mese, e forse anche per il vaccino Moderna, gli Stati hanno però capito che le quantità a loro destinate non saranno sufficienti, all’inizio, per vaccinare le persone considerate di massima priorità.

All'inizio di questa settimana, il Comitato consultivo per le pratiche di immunizzazione del CDC ha raccomandato che il primo lotto di americani da vaccinare sia costituito dagli operatori sanitari in prima linea in strutture di assistenza come le case di riposo. Un cluster costituito da oltre 24 milioni di persone.

I funzionari federali hanno stimato che 40 milioni di vaccino saranno disponibili entro la fine del mese, sempre che Moderna e Pfizer ottengano l'autorizzazione della Food and Drug Administration. Questa quantità sarà sufficiente a vaccinare 20 milioni di persone, perché sono necessarie due dosi per ogni persona.

Ma anche questo numero al momento pare essere una chimera. Pfizer dovrebbe avere solo 6,4 milioni di dosi di vaccino pronte entro metà dicembre. E non tutti gli Stati potranno avere le dosi necessarie.

Alcuni stati sono stati già costretti al triage, scegliendo gli operatori sanitari considerati una priorità più alta rispetto ad altri.

La California deve vaccinare 2,4 milioni di operatori sanitari e il governatore Gavin Newsom ha detto che lo Stato sta ricevendo solo 327.000 dosi di vaccino dalla Pfizer.

Un numero insufficiente per vaccinare tutti gli ciò operatori sanitari che ne avrebbero bisogno subito. Newsom ha detto che lo Stato ridurrà ulteriormente la lista degli operatori sanitari di massima priorità .

‘Una cosa è quando si ascoltano le notizie nazionali e siamo ampiamente tutti d'accordo sul fatto che i nostri operatori sanitari e le strutture di assistenza residenziale e di assistenza infermieristica qualificata dovrebbero avere la priorità, ma si tratta di milioni e milioni di persone. Quando ne ricevi solo pochi centomila dosi di vaccino - e ne hai bisogno di due dosi - deve dimezzare il numero di persone che potranno riceverlo subito.

Il vaccino Covid-19 in California andrà all’inizio a strutture di assistenza per malati gravi, case di cura, centri di dialisi e di primo soccorso. Poi andrà agli operatori sanitari a domicilio.

Anche l’’Alabama sta ricevendo molto meno vaccino Pfizer di quanto gli era stato  promesso. Invece di 112.000 dosi di vaccino Pfizer, lo Stato ne riceverà 40.950 dosi.

Lo Stato ha così designato 300.000 operatori sanitari e 22.000 residenti in strutture di assistenza a lungo termine come i gruppi con la massima priorità da vaccinare.

‘Il Dipartimento della sanità pubblica dell'Alabama seguirà la sua assegnazione di fase 1a del vaccino Covid-19 e, se necessario, chiederà ai fornitori di suddividere le persone all'interno della Fase 1a in base alla fornitura’ hanno detto responsabili dell’Amministrazione.

Il Montana riceverà solo 9.750 dosi del vaccino Pfizer nella prima spedizione, ma ha più di 40.000 operatori sanitari da vaccinare prima di passare al resto della popolazione.

‘Probabilmente riceveremo diverse migliaia di dosi successive nelle prossime settimane-ha detto il Governatore Steve Bullock.

Il Governatore di New York Andrew Cuomo ha invece comunicato che il 15 dicembre il suo Stato riceverà 170.000 dosi di vaccino della Pfizer. I gruppi di massima priorità dello stato includono 85.000 residenti in case di cura e 130.000 lavoratori di strutture di case di cura.

Per alcuni Stati, la differenza tra la quantità di vaccino che si aspettano di ricevere e il numero di persone di massima priorità non è così drammatica.

In Texas, lo Stato ha previsto 224.250 dosi per la settimana del 14 dicembre, ma alla fine di dicembre ne avrà 1,4 milioni di dosi tra Pfizer e Moderna. Lo Stato ha stimato di dover vaccinare 1,6 milioni di operatori sanitari per completare la prima fase del processo.

Il Governatore del West Virginia, Jim Justice, ha detto che il West Virginia dovrebbe ricevere 60.000 dosi di vaccino da Pfizer il 15 dicembre e 26.000 da Moderna la settimana successiva. Lo Stato può ordinare fino a 16.000 nuove dosi da Pfizer a settimana e fino a circa 5.000 da Moderna ogni settimana.

Lo Stato ha affermato che il suo primo gruppo prioritario è di circa 100.000 operatori sanitari, personale e residenti di strutture di assistenza a lungo termine, individui a rischio, funzionari della sanità pubblica e primi soccorritori.

 

 

 

Commenti
    Tags:
    vaccinipfizermodernaalabamanew york





    in evidenza
    Affari in Rete

    Politica

    Affari in Rete

    
    in vetrina
    Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream

    Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream


    motori
    Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

    Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.