A- A+
Esteri
Usa, Biden mantiene il sostegno di Obama e Clinton: "Succedono brutte notti"
Biden, Obama e Clinton

Usa, dopo la figuraccia Biden mantiene il sostegno di Obama e Clinton

The New York Times, Obama difende Biden: "Succedono brutte notti di dibattito”. L’ex presidente ha dovuto affrontare una simile crisi di fiducia, nella sua campagna di rielezione, dopo un pessimo dibattito nel 2012, e ha difeso il suo ex compagno di corsa in un post sui social media. L’ex presidente Barack Obama, che si è ripreso da una performance disastrosa nel dibattito per vincere la rielezione nel 2012, ha sostenuto pubblicamente il presidente Biden dopo la sua scarsa prestazione nel dibattito di giovedì contro l’ex presidente Donald J. Trump.

LEGGI ANCHE: Usa, Biden dopo gli elettori rischia i soldi. Ecco i donatori pronti al ritiro

Obama ha anche cercato di dissipare le preoccupazioni dei democratici riguardo al mantenimento di Biden come loro candidato presidenziale. "Succedono brutte serate di dibattito”, ha detto in un post sui social media. “Credimi, lo so. Ma queste elezioni rappresentano ancora una scelta tra qualcuno che ha combattuto per la gente comune per tutta la vita e qualcuno che si preoccupa solo di se stesso”.

Obama ha continuato, collegandosi al sito web della campagna di Biden, “La notte scorsa non ha cambiato la situazione, ed è per questo che la posta in gioco è così alta a novembre”. Obama, che è stato presidente per otto anni con Biden come vicepresidente, ha svolto un ruolo significativo nell'unificare il partito dietro Biden durante le primarie presidenziali democratiche del 2020. Ora, temendo le conseguenze, se Biden dovesse perdere a Trump a novembre, ha consigliato alla squadra di Biden di aiutare il presidente a essere rieletto. Le circostanze sono in qualche modo diverse, ma Obama ha dovuto affrontare una simile crisi di fiducia nella sua campagna di rielezione nel 2012. Sottovalutando il suo avversario repubblicano, Mitt Romney, Obama ha offerto una performance al primo dibattito presidenziale, che è stata ampiamente stroncata: manca solo un mese al giorno delle elezioni.

L’episodio ha innescato una rivalutazione della strategia di dibattito di Obama. È tornato ad affrontare Romney due volte su un piano più combattivo e assertivo, risolvendo un nervosismo che era cresciuto all'interno del Partito Democratico dopo essere stato colto di sorpresa nella sua prima uscita contro Romney. Obama non è stato l’unico ex presidente a dare il suo sostegno a Biden venerdì. In una dichiarazione, l’ex presidente Bill Clinton ha garantito per il presidente, affermando sui social media che Biden aveva concesso agli Stati Uniti tre anni di “solida leadership”. Anche i grandi finanziatori della campagna presidenziale, tra cui BlackRock e Pfizer, non si sono ritirati e continuano a dare fiducia a Joe Biden per il secondo mandato.






in evidenza
Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni

Le due star vogliono diventare solisti

Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.