A- A+
Esteri
Usa, la pandemia ha abbassato di un anno l’aspettativa di vita

La pandemia da Covid-19 negli Stati Uniti non solo ha la responsabilità, al momento, di quasi mezzo milione di morti ma, secondo l’ultimo rapporto del National center for Health Statistics (parte del CDC , Center of Disease Control and Prevention) ha abbassato di un anno l’aspettativa di vita media.

Infatti l’aspettativa di vita alla nascita per la popolazione totale degli Stati Uniti era di 77,8 anni - un calo di 1 anno da 78,8 nel 2019. Per gli uomini tale aspettativa era di 75,1, in calo di 1,2 anni dal 2019. Per le donne, l'aspettativa di vita è scesa a 80,5 anni, una diminuzione di 0,9 anni rispetto all’anno passato.

Le morti per COVID-19 sono state il fattore responsabile del calo complessivo dell'aspettativa di vita negli Stati Uniti tra gennaio e giugno 2020. In aggiunta vi è stata una grande ondata di vittime per overdose da droga.

"Se ricorderete, negli ultimi anni pre-pandemia ci sono stati lievi cali nell'aspettativa di vita in parte a causa dell'aumento delle morti per overdose- ha spiegato il portavoce dell'NCHC Jeff Lancashire- che stanno incidendo anche in questi risultati anche se non sappiamo fino a che punto. Invece il COVID-19 è responsabile di circa 2/3 di tutte le morti in eccesso nel 2020, e questo incremento dei decessi sta abbassando la media della speranza di vita”.

L’NHS ha sottolineato come il calo maggiore sia stato osservato tra i maschi neri non ispanici, la cui aspettativa di vita è diminuita di ben 3 anni. Anche i maschi ispanici hanno visto una forte diminuzione nella loro speranza di vita, con un calo di 2,4 anni. La speranza di vita delle donne nere non ispaniche è calata di 2,3 anni, mentre per le donne ispaniche ‘solo’ di 1,21 anni.

Durante la pandemia di Coronavirus, neri e latinoamericani sono morti di COVID-19 a tassi sproporzionatamente alti.

Il calo dell'attesa di vita è stato meno pronunciato tra i bianchi non ispanici: i maschi in quel gruppo hanno avuto un calo dell'aspettativa di vita di 0,8 anni, mentre per le donne bianche il calo è stato di 0,7 anni.

Le donne continuano a vivere più a lungo degli uomini e nella prima metà del 2020 tale margine è cresciuto: la differenza nella loro aspettativa di vita è aumentata a 5,4 anni, dal 5,1 del 2019.

Il rapporto ha stimato l'aspettativa di vita negli Stati Uniti sulla base dei conteggi provvisori dei decessi da gennaio a giugno 2020. Poiché l'NCHS voleva valutare gli effetti dell'aumento dei decessi nel 2020, per la prima volta ha pubblicato le sue tabelle dell'aspettativa di vita basate sui dati provvisori dei certificati di morte, piuttosto che sui conteggi finali.

Queste stime però presentano qualche limite. Fra questi il fatto che i dati provengono dai primi sei mesi del 2020, quindi non riflettono la totalità della pandemia COVID-19. C'è anche una stagionalità nei modelli di decessi, con più morti che si verificano generalmente in inverno che in estate e i dati semestrali non ne tengono conto.

Un'altro limite dell’analisi è che la pandemia COVID-19 ha colpito diverse parti degli Stati Uniti in momenti diversi dell'anno. Le aree più colpite nella prima metà del 2020 sono più urbane e hanno una demografia diversa rispetto alle aree duramente colpite dal virus nel corso dell'anno.

Di conseguenza l'aspettativa di vita alla nascita per la prima metà del 2020 potrebbe essere sottostimata poiché le popolazioni più gravemente colpite, le popolazioni nere ispaniche e non ispaniche, sono maggiormente concentrate nelle aree urbane.

Il rapporto mette in parallelo i risultati pubblicati il ​​mese scorso dai ricercatori della University of Southern California e della Princeton University, che hanno scoperto che le morti causate da COVID-19 hanno ridotto l'aspettativa di vita complessiva di 1,13 anni.

Le ultime stime dell'Institute of Health Metrics and Evaluation dell'Università di Washington prevedono 614.503 morti negli Stati Uniti entro il 1 ° giugno.

Commenti
    Tags:
    pandemiausaispanicicoronaviruscovid-19





    in evidenza
    Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

    Guarda le foto

    Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

    
    in vetrina
    Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

    Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


    motori
    Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

    Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.