A- A+
Esteri
Usa, via Trump dai codici nucleari chiede la leader della Camera Pelosi
LaPresse

Mentre Donald Trump, sempre più isolato e scaricato pure da twitter, sta cercando di trovare la strada per dare a se e ai suoi familiari una sorta di immunità, i democratici invece stanno cercando di mandarlo a casa, con ignominia, prima del 20 gennaio.

"La situazione di questo presidente instabile e instabile non potrebbe essere più pericolosa e dobbiamo fare tutto il possibile per proteggere il popolo americano dal suo assalto squilibrato al nostro paese e alla nostra democrazia", ​​ha scritto Pelosi, portavoce della Camera dei rappresentanti, che ha detto di voler chiedere l’impeachment contro il Presidente.

Nel frattempo, il presidente sta studiando il sistema per concedere la grazia a se stesso  e ai suoi più stretti familiari per evitare possibili indagini giudiziarie una volta uscito dalla Casa Bianca.

Per un presidente perdonarsi sarebbe inaudito nella storia degli Stati Uniti, ma Trump ha ripetutamente parlato di questa opzione, sostenendo che ha il "diritto assoluto" di farlo.

Il tycoon ha già fatto capire che è assolutamente disinteressato al bon ton e a tutto quello che si deve o non si deve fare ma l’eventuale immunità non potrà difenderlo dall’indagine per frode fiscale da parte dello Stato di New York.  E con il fisco in America non si scherza. L’opposizione democratica e un numero crescente di repubblicani  comunque stanno vivendo nell'incertezza, nell'ansia e persino nella paura per i 12 giorni che ancora mancano al 20 gennaio, data dell’entrata ufficiale di Joe Biden alla Casa Bianca.

Il Trump instabile ha creato tante problematiche a livello internazionale. Poco più di un anno fa, il presidente repubblicano ha ordinato un attacco di droni contro il potente generale iraniano Qasem Soleimani, scatenando la massima tensione in Medio Oriente e uccidendo uno degli uomini forti dell'Ayatollah Ali Khamenei, in un durissimo colpo a Teheran.

Inoltre, Trump ha deciso di progettare una nuova mappa geopolitica che ha posto fine a decenni di diplomazia con la Cina e ha inaugurato una nuova Guerra Fredda con la grande potenza. E ci sono molto altri esempi: come cambiare la posizione internazionale intorno a Gerusalemme, cambiando l'ambasciata degli Stati Uniti nella città santa, o riconoscendo la sua sovranità sul Sahara Occidentale.

Di fronte ai dubbi su ciò che un presidente ferito può ancora ordinare, i leader democratici stanno cercando di adottare misure serie. Al di là della pretesa di applicare il 25 ° emendamento o di eseguire un'accusa espressa del presidente, la presidente della Camera dei rappresentanti, Nancy Pelosi, ha parlato con il capo dei capi di stato maggiore congiunti, il generale Mark Milley, per tenere "un presidente instabile" lontano dai codici nucleari che controlla.

Un Presidente a cui tanti americani chiedono di uscire dalla Casa Bianca velocemente e, se possibile, dalla porta di servizio.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    trumppelosidemocraticiimmunitàrepubblicani
    in evidenza
    In gol Arturo Calabresi È il figlio del Biascica di Boris

    Coppa Italia, Roma-Lecce

    In gol Arturo Calabresi
    È il figlio del Biascica di Boris

    i più visti
    in vetrina
    Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"

    Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"


    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot 9X8, molto più che un'auto da corsa

    Peugeot 9X8, molto più che un'auto da corsa


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.