A- A+
Esteri
Usa, in vendita ranch per 669 mln. E' venti volte più grande di Parigi

Non spaventatevi: vendesi in Texas ranch 20 volte più grande di Parigi o più grande dell’intera città di New York. Precisamente si tratta di un terreno da 520 mila acri, 210 mila e 400 ettari, di cui 12mila e 140 ettari coltivati. La proprietà è distribuita su 6 diverse contee (Wichita County, Wilbarger County, Foard County, Knox County, Baylor County e Archer County) e a questi numeri, già di per sé strabilianti, bisogna aggiungere anche quelli relativi ai 20 villaggi di cowboy presenti, ai 500 cavalli di razza Quarter, alle circa 14mila vacche e ai 1.200 pozzi petroliferi che producono centinaia di migliaia di barili di petrolio all’anno. Si chiama Waggoner Ranch e non solo esiste, ma è pure in vendita per una cifra record: 725 milioni di dollari (circa 669 milioni di euro).

Il Waggoner fu fondato nel lontano 1849 (appena quattro anni dopo la nascita del Texas) dal proprietario terriero e cowboy Daniel Waggoner. Da allora, per ben 160 anni, il ranch non ha mai cambiato proprietà ed è sempre rimasto in mano ai discendenti di Dan. In primis suo figlio, William Thomas Waggoner, che dal 1889 aiutò il padre a dire vita al ranch più grande d’America (e probabilmente del mondo intero). Fu proprio William Thomas, a inizio ‘900, a scoprire nel sottosuolo della sua proprietà i ricchi giacimenti di petrolio che ancora oggi fanno la fortuna dei possidenti, ovvero l’ultima generazione della famiglia Waggoner.

Un posto fantastico, unico, come spiega l’agente immobiliare Bernie Uechtritz della Briggs Freeman Sothebys International Realty di Dallas. "Questo luogo è una pietra miliare della nostra cultura, della storia dei cowboy. Significa molto per questa terra" spiega Uechtritz, che allo stesso tempo ci tiene, come suo mestiere vuole, a illustrare le enormi potenzialità del Waggoner Ranch: la tenuta è talmente grande che non è neppure stata interamente esplorata. In altre parole, è impossibile quantificare e specificare quanti e quali tipi di risorse minerarie possieda tutto il terreno. Uechtritz aggiunge: "È un tipo di proprietà estremamente rara, non solo per le sue evidenti qualità, ma anche perché è impossibile trovare così tanta terra chiusa dentro un unico recinto in un’altra parte del mondo. Il potenziale, qui, è illimitato".

La Cbs, però, testimonia come non tutti, al ranch e a Wichita Falls, cittadina la cui richiesta di fornitura di acqua potabile è interamente coperta dalle riserve del Waggoner, siano contenti dell’ipotetica vendita della proprietà. Tony Yoakum, del Red River Valley Museum situato nella vicina Vernon, spiega: "Questo ranch fa parte della nostra storia e della nostra comunità sin dal 1850. È normale che tanti non siano contenti. Non hanno ancora capito che tutto, prima o poi, finisce. E oggi sta finendo la storia del Waggoner". Decisamente più di cuore la testimonianza di Weldon Hawley, dipendente del Waggoner da 35 anni e oggi responsabile della tenuta: "Questa, per noi, è casa. Tutti abbiamo abbracciato per la prima volta i nostri figli qui al ranch, li abbiamo visti crescere in questo posto. Ora perderemo tutto. Siamo orgogliosi di ciò che abbiamo fatto e con la vendita andrà tutto in malora".

Uechtritz, naturalmente, non è d’accordo e sottolinea che chi comprerà il ranch avrà tutto l’interesse a mantenere inalterato il ranch, almeno per quanto riguarda le attività delle tante persone che ci lavorano e che ora hanno paura e rischiano di perdere il posto.

Tags:
texasranchwaggoner
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.