A- A+
Food
Fratelli Moschella, la "dolce" rivoluzione ha inizio: a Milano con il concept di "nuova pasticceria"

I fratelli Moschella sbarcano a Milano

I fratelli Nicolò e Christopher Moschella approdano a Milano (in via Losanna 26) con il concept di "nuova pasticceria", l'inconfondibile "giallo Moschella" e due nuovi gioielli creati per il loro primo negozio all'ombra della Madonnina (che vanno ad aggiugersi ai classici e ai cavalli di battaglia): il “Bacio Siciliano” (bavarese al pistacchio con caramello salato e pistacchi e una copertura di cioccolato al latte) e il “Cuore Iberico” (tortino di carote e arachidi e uno strato di crema catalana). Andiamo a scoprire i segreti della prima pasticceria milanese dei fratelli Moschella che va ad aggiungersi allo shop di Nerviano e al lab di Cornaredo

I fratelli Moschella sbarcano a Milano con il format di successo della loro pasticceria

In via Losanna 26 ampie vetrate, un lungo bancone a vista, scaffali ricolmi e quel "giallo Moschella" inconfondibile: è la "nuova pasticceria" dei fratelli Nicolò - giovane patrychef di talento, tra gli under30 di Forbes - e Christopher Moschella - imprenditore acuto e primo sostenitore del talento del fratello. Un format funzionale e all'avanguardia, destinato unicamente all'asporto di dolci deliziosi dai più classici ai contemporanei, mignon della domenica, biscotti e torte per la colazione.

Da venerdì 30 Settembre i due fratelli e il loro giovane team hanno accolto i nuovi "vicini", amici e gourmand del quartiere Cenisio - Sempione in pieno stile Moschella: dedicandosi ai clienti con l'ospitalità tipica delle grandi famiglie italiane, raccontando e consigliando da dietro quel bancone le ricette di una pasticceria pop, basata sulla ricerca dell'equilibrio tra consistenze, sapori e profondità.

Un format già amatissimo tra Cornaredo e Nerviano, dove Nicolò e Christopher dal 2016 costruiscono e diffondono il loro brand. Un format d’impatto che con un’innovativa catena del freddo, la filiera di vendita cortissima e una comunicazione giovane e vivace ha rivoluzionato la pasticceria d’Italia. Un brand di nuova generazione che in qualche anno ha raccolto successi e riconoscimenti con fatturato e canali di distribuzione sempre in crescita, intorno a cui tutto è curato nei minimi dettagli dalla comunicazione attuale e aggiornata su trend e novità, allo studio dei colori e degli elementi d’arredo. Proprio come le creazioni di Nicolò: vivaci, equilibrate, coloratissime e sempre alla ricerca di sapori inaspettati.

Per inaugurare l’approdo a Milano, Nicolò Moschella lancia due monoporzioni inedite: “Bacio Siciliano”, una bavarese al pistacchio con caramello salato e pistacchi e una copertura di cioccolato al latte. Poi “Cuore Iberico”, un tortino di carote e arachidi e uno strato di crema catalana.

pasticceria moschella 4
 

Il concept Moschella, da Cornaredo a Nerviano

Quello dei fratelli Moschella è un vero e proprio progetto, in cui la creatività, lo stile e l’arte pasticcera di Nicolò si intersecano con la lungimiranza e le competenze imprenditoriali di Christopher. E’ il 2016 quando i fratelli aprono il Laboratorio di Cornaredo, appena fuori Milano: qui Nicolò e il suo team si dedicano a ricerca, innovazione ed eleganza per ognuno dei dolci della tradizione, monoporzioni coloratissime e prodotti da forno. Nel 2020 nasce il primo punto vendita a Nerviano, insieme a un nuovo concept di pasticceria basato sulla conservazione dei prodotti in nome di qualità e freschezza a lungo termine. Un format ideale per la replicabilità: nello stile delle pasticcerie francesi, la Pasticceria Moschella torna al reale concetto di “pasticceria”, destinata unicamente all’asporto, ma dove i clienti hanno la certezza di trovare il dolce perfetto e sempre freschissimo. Alla base del concept Moschella c’è proprio la freschezza dei prodotti: la conservazione dei dolci in celle frigorifere a -18°C e il trasporto dal laboratorio allo shop in camion refrigerati, mantengono la catena del freddo e garantiscono una lunga conservazione fino a sei mesi dalla creazione, permettendo di avere zero sprechi e un prodotto fresco senza impatti sul gusto, le consistenze, la qualità, le proprietà degli ingredienti e l’estetica. Ed è così che la vetrina della pasticceria di Nerviano è sempre ricchissima, sette giorni su sette, con l’intera linea di produzione. Ogni pack viene consegnato al cliente con una scheda esplicativa sulla modalità di conservazione e consumo dei prodotti: il processo di decongelamento dei dolci prevede circa 2 ore per i mignon, 3 o 5 ore per le torte in base alle dimensioni. Dopo la risposta di successo avuta dal primo negozio e l’ottimo riscontro delle vendite tramite delivery, i fratelli Moschella sperano di arrivare presto a Milano con un nuovo shop.

Nicolò Moschella, l’enfant prodige della pasticceria più pop e contemporanea

Classe 1994, Nicolò Moschella frequenta l'istituto alberghiero Carlo Porta a Milano ed è quando legge la prima edizione di Non solo zucchero scritto da Iginio Massari decide che la pasticceria sarebbe stata il suo futuro.  I suoi studi proseguono con il corso di alta pasticceria alla Cast Alimenti di Brescia, fino allo stage presso il laboratorio di pasticceria del maestro Iginio Massari e l’esperienza insieme ad Alessandro e Davide Comaschi alla Pasticceria Martesana. Frutto degli insegnamenti dei suoi Maestri, per Nicolò Moschella l’eccellenza si ottiene con la dedizione al lavoro e la continua ricerca. La sua padronanza completa delle tecniche di pasticceria e la sperimentazione con ingredienti alternativi hanno come risultano linee pop di alta qualità coloratissime e variegate, grazie a giochi di consistenze, profondità ed equilibri perfetti dei sapori. Torte, monoporzioni, mignon in grado di soddisfare gusti ed esigenze diverse. Le sue creazioni hanno uno stile minimalista ma molto curato, ispirato ai mondi del fashion e del design. Sapori e profumi del passato, dolci classici rivisitati, deliziose monoporzioni: ogni creazione è un’opera d’arte.

pasticceria moschella 3
 

Equilibrio, ricerca e materia prima alla base di torte, monoporzioni e mignon Moschella

Dall’estetica curata e i sapori sempre equilibrati, ogni torta ha il suo formato monoporzione e mignon. Nicolò Moschella ama giocare con le materie prime stagionali e colorate e con abbinamenti delicati, in cui c’è sempre un ingrediente predominante mentre la presenza degli altri è propedeutica unicamente al suo gusto e intensità. Ne è un esempio la Yuzu composta da una ganache di Yuzu, la cui asprezza viene delicatamente smorzata dalla bavarese alla vaniglia con base di pasta frolla. Anche Bogotà, e Passione al Cocco rappresentano il grande lavoro di ricerca delle materie prime che Nicolò esegue per ogni sua creazione.

La Bogotà è una dedica al cacao: base di frolla sablée, mousse al cioccolato fondente con cacao dalla Colombia, cremoso alla nocciola con perline croccanti al cioccolato al latte. Il cacao che sceglie Nicolò sprigiona essenze di liquirizia e vaniglia, le cui piante vengono bruciate nelle piantagioni di cacao dove vengono selezionate le fave che ne assorbono così tutti gli aromi.

Poi c’è Passione al Cocco, creata in versione senza glutine e vegana tre anni fa quando Nicolò ha partecipato come unico pasticcere alla festa della famiglia del tennista Novak Djokovic a Belgrado. Tra le creazioni più amate la Tris di Cioccolati, equilibrata nelle consistenze e nei sapori, con una base di pan di spagna al cacao e la stratificazione di tre mousse al cioccolato fondente, al latte e bianco. Cavalli di battaglia la Seduzione, mousse di cioccolato al latte, nocciole caramellate, copertura al cioccolato al latte e granelle di nocciola con base di crumble salato, e la Moka, con base croccante di cioccolato al latte, crema bavarese al caffè, cremoso al caramello, copertura al cioccolato bianco e decorato con arachidi salate.

Prodotti da forno e creme

Un’ulteriore proposta basata sull’utilizzo di materie prime semplici e di altissima qualità che richiamano la tradizione dei forni italiani sono le diverse tipologie di biscotti, pensate per ogni momento della giornata. Ci sono i danesi da inzuppo con nocciole e gocce di cioccolato, poi sabbiosini dalla forma cilindrica, bagnato e cosparso di zucchero di canna e caffè. Non mancano le torte da forno come la sbrisolona classica, al cioccolato fondente, al pistacchio o alla nocciola. Golose senza precedenti le creme spalmabili in tre varianti: nocciola, cioccolato fondente e pistacchio.

Da Moschella, lievitati tutto l’anno con l’amatissimo Pan Moschella

Tra i lievitati, il Panettone in vaso cottura e il Pan Moschella, disponibili tutto l’anno, e i più tradizionali Panettoni e Colombe per le feste di Natale e Pasqua. L’impasto dei lievitati Moschella è morbido e scioglievole grazie all’utilizzo del lievito naturale e del miele d’acacia – che regalano freschezza e un profumo inconfondibile. Nicolò Moschella utilizza solo tuorli a pasta gialla e burro di centrifuga con pochissime concentrazioni di acqua: una scelta che comporta un impasto particolarmente soffice, profumato e sempre più gustoso. Per ogni lievitato c’è la versione con le albicocche di Costigliole, varietà tipica tra Piemonte e Liguria che viene candita con il nocciolo ancora all’interno. Questo particolare procedimento dona al frutto un piacevole gusto amarognolo e fa in modo che rimangano succulente e scioglievoli. Poi la versione Classica, con glassa alle mandorle e arance calabresi candite gustose e morbidissime. Infine la Gianduia, con mattoncini di gianduia tagliati a mano che durante la cottura si amalgamano perfettamente all’impasto e una granella di nocciole in superficie. New entry di quest'anno, i già amatissimi Pere e Cioccolato e Melannurca e Cannella, insieme alla Veneziana in occasione del Natale.

Dal canale Horeca allo shop di Nerviano, il successo dei fratelli Moschella

Ogni settimana il laboratorio Moschella sforna oltre 10.000 monoporzioni destinate al canale Horeca del nord Italia: ristoranti, alberghi e bistrot di fascia alta, che amano coccolare i loro ospiti con una proposta dolce gourmet. Grazie a una rete di distribuzione e di partner costruita nel tempo, sulla base di fiducia e qualità, il marchio Moschella è diventato simbolo di garanzia nei menù dei ristoranti partner. Il team Moschella segue passo per passo ognuno dei suoi clienti Horeca, formandoli sul servizio, i metodi di conservazione e quelli di produzione presso il lab di Cornaredo. “Il veicolo principale di comunicazione per il nostro brand sono stati i ristoranti, perché grazie a questo canale gli stessi privati hanno iniziato a cercarci. Nasce proprio da qui l’idea di aprire lo shop di Nerviano, per provare che la nostra idea fosse vincente” dice Christopher.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
milanopasticceria




in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.