A- A+
Green
Transizione ambientale, Cingolani: "E' anche ecologia sociale e mentale"
Il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (LaPresse)

Di “transizione ecologica” o “transizione ambientale” si sta parlando davvero molto, ma forse non tutti hanno ben chiaro il concetto. È opportuno specificarlo anche grazie al contributo che viene dalle parole di Roberto Cingolani, ministro della Transizione Ecologica del Governo presieduto da Mario Draghi.

“Obiettivo della transizione è la correlazione tra la salute del pianeta, la salute delle persone e una società giusta”, ha detto il ministro Cingolani. “La transizione va oltre il concetto consolidato di ecologia; è una transizione globale, antropologica. L’ecologia non va pensata solo dal punto di vista dell’ambiente, ma come ecologia della mente, della società".

"Non abbiamo molto tempo, stiamo discutendo di misure importanti che impegnano le più grandi società del pianeta a uno sforzo enorme per i nostri figli, quelli che ci sono già. Non bisogna fermare il progresso, perché altrimenti regrediremmo, ma in nome del progresso non si può fare tutto. Il vero obiettivo della transizione è la correlazione tra la salute del pianeta, la salute delle persone e una società giusta”.

Il ministro Cingolani lo ha detto nel suo intervento di apertura della Conferenza Preparatoria “Verso la Conferenza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile. Insieme per il futuro, un rilancio sostenibile per l’Italia”, che ha visto il coinvolgimento di oltre 180 associazioni rappresentate dal Forum per lo Sviluppo Sostenibile, oltre che delle istituzioni e di cinque aziende, in rappresentanza del mondo dell’imprenditoria.

L’iniziativa è il primo appuntamento pubblico del Progetto CReIAMO PA, che proseguirà fino alla Conferenza Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile di fine anno. Il suo scopo è sviluppare il processo di revisione triennale della SNSvS (Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile) approvata nel 2017. 

Tale percorso si avvale della collaborazione della Commissione Europea e dell’OCSE, grazie al progetto “Policy coherence for sustainable development: mainstreaming the SDGs in Italian decision making process”, finanziato dall'Europa nell’ambito del Programma di Supporto alle Riforme Strutturali 2017-2020.

Nel corso dei lavori c’è stata anche una sessione dal titolo “Sostenibilità È Giovani. Le rappresentanze giovanili nei processi decisionali,” focalizzata sul coinvolgimento delle nuove generazioni nei processi decisionali, con particolare riferimento all’imprenditoria.
 

Commenti
    Tags:
    il ministro cingolani: "la transizione ecologica è anche ecologia della mente"
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Affaritaliani.it compie 25 anni Il racconto del direttore Perrino

    Io mi ricordo...

    Affaritaliani.it compie 25 anni
    Il racconto del direttore Perrino

    i più visti
    in vetrina
    Federica Pellegrini con gli slip a letto: foto Divina. E Emily Ratajkowski...

    Federica Pellegrini con gli slip a letto: foto Divina. E Emily Ratajkowski...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen C5 X, ritorna l'ammiraglia

    Citroen C5 X, ritorna l'ammiraglia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.