A- A+
Green
Mediterraneo, mare di plastica: Italia, Egitto e Turchia le zone più colpite

Plastica, l'Italia è tra i peggiori consumatori del Mar Mediterraneo

Per questo, l'Unione per il Mediterraneo (UpM) ha chiamato i Paesi dell’area mediterranea a urgenti azioni per salvaguardare il delicato ecosistema del Mar Mediterraneo, ricordando che questo ospita l'1% dell'acqua del pianeta ma concentra il 7% delle microplastiche al mondo. Una quantità che equivale al peso di 50 Torre Eiffel di rifiuti di plastica che vengono gettati in mare, un quantitativo che potrebbe quadruplicare entro il 2050 se si prosegue con lo scenario attuale.

Tuttavia, secondo quanto riporta Legambiente, "al contrario delle isole di plastica oceaniche, che sono formazioni stabili, nel Mediterraneo si deve parlare di zone di accumulo dei rifiuti in plastica. Sono come dei vortici che però sono effimeri, perché vengono dispersi dalle correnti". L’Egitto è il paese che disperde più plastica nel Mediterraneo, seguito da Italia (34mila tonnellate all’anno) e Turchia (24mila tonnellate all’anno). Le cause sono soprattutto una gestione inefficiente dei rifiuti e la presenza di attività costiere. 

Leggi anche: Acqua sì, ma nella bottiglia di plastica. Italia troppo sprecona e inquinante

"La prima soluzione per contrastare l’inquinamento nel Mar Mediterraneo sarebbe ridurre la produzione di plastica e di oggetti usa e getta, oltre a mettere in atto strategie di riciclo e riutilizzo per contenere la dispersione di rifiuti nell’ambiente”, dichiara Stefania Di Vito di Legambiente. Fondamentali sono inoltre le attività di sensibilizzazione sul problema, con il coinvolgimento del mondo politico e industriale: "Per Legambiente la pulizia dei mari e la rimozione dei rifiuti sono solo una parte della soluzione. Per questo abbiamo lanciato il progetto COMMON, che ha l’obiettivo di mettere a punto politiche comuni per affrontare il problema dei rifiuti in mare a livello internazionale". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ambientemar mediterraneoplastica





in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.