A- A+
Lavoro
Corte Europea, controllabile mail aziendale
logo fondazione studi
 

Il controllo della posta elettronica aziendale da parte del datore di lavoro, nonostante rappresenti una violazione alla privacy del lavoratore, è compatibile con la Convenzione dei diritti dell'uomo se la portata della violazione è limitata. A stabilirlo è la Corte Europea dei diritti dell'Uomo, in una sentenza depositata il 12 gennaio 2016, che ha visto coinvolto un cittadino rumeno dipendente di una società privata che, su richiesta del datore di lavoro, aveva creato un account di posta per rispondere ai quesiti dei clienti. Per il datore di lavoro la mail era stata utilizzata anche per fini personali.Sul caso è intervenuta la Corte europea, riconoscendo che le mail rientrano nel diritto alla corrispondenza e sono tutelate dall’articolo 8 della Convenzione, che assicura il rispetto della vita privata. Ad essere valutata dalla Corte, però, è stata anche la proporzionalità dell’ingerenza, distinguendo l’account personale da quello aziendale. Nel caso di specie, l'account era stato attivato su richiesta dell'azienda. Elemento, quest’ultimo, che ha fatto propendere la Corte verso la legittimità dell'ingerenza nella vita privata del dipendente, tanto più che il datore di lavoro ha il diritto di verificare l'adempimento dei compiti professionali durante l'orario lavorativo.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo


casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.