A- A+
Malattie rare
Emofilia B terapia: approvato il rimborso dell’Alprolix in Italia

Emofilia B, approvato in Italia il rimborso dell’Alprolix (eftrenonacog alfa)

 

La Swedish Orphan Biovitrum s.r.l (Sobi™) ha annunciato oggi che Alprolix® (eftrenonacog alfa), un fattore IX umano ricombinante con tecnologia di fusione Fc a emivita prolungata per il trattamento dell’emofilia B, è stato approvato per il rimborso in Italia. L’approvazione del rimborso dell'Alprolix® è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale Italiana con determina n. 196/2017.

Alprolix® è al momento l’unica terapia a base di fattore IX ricombinante con tecnologia di fusione Fc approvata per il rimborso in Italia per il trattamento dell’emofilia B.

 

Emofilia B cause

 

L’emofilia B è causata da un’attività sostanzialmente ridotta o assente del fattore IX, che è necessario per la normale coagulazione del sangue.  La World Federation of Hemophilia stima che attualmente circa 28.000 persone nel mondo abbiano una diagnosi di emofilia. 

 

Emofilia B sintomi

 

Le persone affette da emofilia B possono soffrire di episodi emorragici alle articolazioni e ai muscoli, che causano dolore, ridotta mobilità e danno articolare irreversibile. Nei casi peggiori, questi episodi emorragici possono causare il sanguinamento di organi ed emorragie che mettono a rischio la vita del paziente. Le infusioni di fattore IX sostituiscono temporaneamente i fattori di coagulazione necessari a risolvere il sanguinamento e, se usate a scopo profilattico, evitano nuovi episodi di sanguinamento.i

 

Emofilia B terapia: approvato il rimborso in Italia del farmaco Alprolix

 

L’approvazione per il rimborso di Alprolix® è un traguardo importante per le persone che vivono con l’emofilia B in Italia, che possono ora trarre beneficio da una terapia che può offrire l’opportunità di una protezione prolungata dai sanguinamenti, assieme ad una riduzione delle infusioni”, ha detto Alessandra Antonello, Direttore Medico di Sobi Italia.

Alprolix® è indicato sia per il trattamento on demand che per la profilassi in pazienti con emofilia B trattati in precedenza. In regime di profilassi, il dosaggio iniziale raccomandato è di 50 UI/Kg ogni sette giorni o di 100 UI/Kg ogni dieci giorni, con la possibilità di regolare l’intervallo in base alla risposta individuale.

“Sobi si impegna a sviluppare terapie innovative e a renderle disponibili per migliorare la vita dei pazienti affetti da malattie rare”, ha detto Sergio Lai, General Manager di Sobi Italia. “Ora il nostro obiettivo principale è assicurare ai pazienti affetti da emofilia B di ogni parte d’Italia un accesso tempestivo e sostenibile a questa nuova opportunità terapeutica”.

Alprolix® è già stato approvato per il trattamento dell’emofilia B negli Stati Uniti nel marzo 2014 e nell’Unione Europea nel maggio 2016.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
emofilia bmalattie rareemofilia malattia raraalprolixemofilia b curaemofilia b causeemofilia b sintomi
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online

Fiat Panda, regina incontrastata delle auto usate vendute online


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.