A- A+
MediaTech
Al via un marketplace di brevetti Leonardo destinato all'industria italiana

Dalla collaborazione tra Leonardo e Mesap nasce un’iniziativa pilota di trasferimento tecnologico, un punto di incontro virtuale tra una grande azienda tra le prime dieci al mondo nei settori dell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza, con un portafoglio brevetti in progressivo aumento, e le imprese che vogliono fare innovazione. Leonardo sceglie il Polo Tecnologico piemontese Mesap, dedicato a Smart Products & Smart Manufacturing, per mettere a disposizione i propri brevetti, non centrati sull’attività core aziendale, e renderli accessibili ad un’ampia gamma di utenti del network del Polo Tecnologico, attraverso una piattaforma attiva sul portale Mesap alla pagina https://www.mesap.it/brevetti-leonardo/. L’offerta brevettuale verrà arricchita e aggiornata nel tempo, per ampliare le iniziative di trasferimento tecnologico. Le piccole e medie imprese che utilizzeranno, all’interno del proprio business, le tecnologie e competenze brevettate da Leonardo potranno crescere e aumentare il proprio vantaggio competitivo sul mercato. Il processo di acquisizione esterna di competenze, tipico dell’Open Innovation, consente alle aziende associate al Polo di fare innovazione, riducendo i rischi, i tempi e i costi legati alla Ricerca & Sviluppo (R&S) da “foglio bianco”. Per Leonardo, in particolare, si tratta di un primo passo di un progetto più ampio, che prevede la valorizzazione della proprietà intellettuale mirata a rendere disponibili le proprie tecnologie anche per applicazioni in settori diversi da quelli di interesse dell’azienda. Nell’offerta di Leonardo, saranno condivisi brevetti proprietari attraverso una concessione in licenza. È il caso, ad esempio, di un materiale composito che si autoripara, in grado cioè di bloccare la propagazione di micro-crepe nella struttura tali da comprometterne l’integrità. Sviluppata principalmente per applicazioni aeronautiche, questa soluzione è utilizzabile per strutture multifunzionali con potenzialità di impiego in tutti i settori nei quali affidabilità e basso peso specifico svolgano un ruolo centrale nella progettazione. Nell’ambito dell’iniziativa, il Polo Mesap, che offre un servizio di tutela e valorizzazione della proprietà intellettuale e industriale ai propri associati, mette a disposizione know-how e personale specializzato per accogliere le necessità delle aziende interessate, definire percorsi e strutturare progetti che, opportunamente guidati, possano stimolare l’innovazione di tutto il cluster. Il Polo coinvolgerà le 250 imprese e gli organismi di ricerca associati, nonché l’intero network nazionale e internazionale che comprende due cluster nazionali, una decina di cluster regionali italiani e altrettanti cluster internazionali. L’iniziativa congiunta di Leonardo e Mesap rappresenta un nuovo modello operativo strutturato di Open Innovation che si pone l’obiettivo di trasferire al mercato i prodotti dell’attività di ricerca e di valorizzare i risultati ottenuti grazie a politiche di investimento pubblico e privato in R&S, allo scopo di diffondere e valorizzare esperienze eccellenti.

Commenti
    Tags:
    napolitorinocasoriapomigliano
    in evidenza
    Formazione continua e lavoro Ecco come superare il mismatch

    La visione di Fondo For.Te.

    Formazione continua e lavoro
    Ecco come superare il mismatch

    
    in vetrina
    Granlatte-Granarolo, inaugurato uno nuovo impianto di biometano

    Granlatte-Granarolo, inaugurato uno nuovo impianto di biometano


    motori
    ALPINE A110 R: e apertura degli ordini in Italia

    ALPINE A110 R: e apertura degli ordini in Italia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.