A- A+
MediaTech
Bignardi, castità a Rai3: niente abiti sexy e tacchi alti

Daria Bignardi impone a Rai3 un nuovo dress code. La direttrice di rete ha convocato costumiste e truccatrici per dare la linea stilistica. Una linea alla Bignardi. Secondo quanto riporta Il Messaggero, Rai 3 dice addio “agli abiti fascianti, niente tubini, rigorosamente banditi quelli di colore nero. Sono troppo sexy per la tv di Stato”. Trucco leggero, camicetta sobria con colori tenui, scollature minime ben lontane dal seno, gonna o pantalone e tacco basso.

Non si deroga neppure su espressa richiesta della conduttrice. Una nuova immagine che vale anche per gli uomini. Anche se l'impatto sui conduttori sarà di certo meno evidente: basterà un completo classico con camicia. Concesso il gessato ma con il divieto di cravatte troppo appariscenti.

Il nuovo corso Rai vuole avere una divisa d'ordinanza. Daria Bignardi segue il direttore di Rai Parlamento, Gianni Scipione Rossi. Anche in questo caso, la parola d'ordine è sobrietà: niente scacchi, righe, e cravatte fuori ordinanza.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
daria bignardirai tregianni scipione rossidress code rai
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
16 maggio 1968: Citroen presenta alla stampa mondiale la Mehari

16 maggio 1968: Citroen presenta alla stampa mondiale la Mehari


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.