A- A+
MediaTech
Crisi editoria, tagli e licenziamenti per Domus
L'ad Sofia Bordone (foto Giulia Manelli)

Licenziamenti e tagli per Editoriale Domus: via quattro testate e parte della sede

Editoriale Domus tenta di rispondere all’ennesima crisi in modo drastico: taglio di quattro testate, messa in vendita di una parte della sede attuale, e decine di licenziamenti fra giornalisti e impiegati. L'azienda sottolinea che i ricavi della vendita di parte della sede, appartenente a un'altra società, saranno destinati a finanziare il progetto della nuova sede, più sostenibile, senza intaccare il business.

Dal prossimo gennaio chiuderanno il mensile Youngtimer, il trimestrale Auto Italiana, Meridiani cammini e lo specializzato in mezzi commerciali TuttoTrasporti. Il mensile Dueruote dedicato a moto e scooter, inoltre, avrà solo un’edizione digitale, rinunciando al cartaceo e integrandosi maggiormente con il settore Professional; Ruoteclassiche, mensile sulle auto d’epoca, verrà riassorbito nell’orbita di Quattroruote.

La riduzione del parco testate era nell’aria da tempo, ma la decisione, spiega l’amministratore delegato Sofia Bordone, è stata accelerata dall'incremento esponenziale dei costi nell’ultimo anno: “Un aumento del 70% dei costi della carta e del 160% delle bollette energetiche. A luglio di questo abbiamo speso 68 mila euro per il mese di luglio. L’anno scorso erano 16 mila: insostenibile”. Domus punterà tutto su Quattroruote e Ruoteclassiche, Due Ruote (solo digitale), Meridiani e Meridiani Montagne, fino allo storico Domus e al Cucchiaio d’argento.

Chiusura anche per parte della grande sede di Rozzano, di circa 17mila 500 metri quadri, come conseguenza dei tagli alle testate ma anche dello smart working, grazie al quale i dipendenti possono svolgere da casa il proprio lavoro due giorni alla settimana. L’azienda, dichiara Bordone, ha in progetto di finanziare i lavori per una nuova sede, che verrà realizzata sempre sui terreni di Rozzano.

I tagli non hanno risparmiato il personale, che sarà ridotto "di qualche decina di persone fra giornalisti e impiegati sui 279 attuali, per i quali - assicura l'amministratore delegato - c’è il massimo impegno a utilizzare ammortizzatori sociali e prepensionamenti”.

Domus punta sul “Professional”

La casa editrice guarda allo sviluppo ulteriore del settore “Professional” che si rivolge a tutti gli operatori del settore della mobilità offrendo un supporto strategico per il loro business che parte dalla banca dati ma si sviluppa in una serie di servizi evoluti che vanno dalla consulenza alla formazione. Nel 2022, grazie a questo settore sono entrate nelle casse della Domus circa 20 milioni, in crescita rispetto agli anni precedenti, ma non sufficienti a compensare il passivo di gestione, in chiusura negativa per il terzo anno consecutivo.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
crisieditoriatagli





in evidenza
Ferragni-Fedez, ritorno di fiamma? "Chiara mi ha detto che..."

Rumor

Ferragni-Fedez, ritorno di fiamma? "Chiara mi ha detto che..."


in vetrina
Tennis/ Sinner, nuovo numero uno al mondo? La bella Anna è in tribuna per lui

Tennis/ Sinner, nuovo numero uno al mondo? La bella Anna è in tribuna per lui


motori
Lamborghini trionfa al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2024

Lamborghini trionfa al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.