A- A+
MediaTech
Cybersecurity e blockchain: Kaspersky aderisce a Enterprise Ethereum Alliance
Kaspersky Lab aderisce all’Enterprise Ethereum Alliance (EEA).

Kaspersky Lab aderisce alla Enterprise Ethereum Alliance

 

 

Kaspersky Lab, nell'ambito della tecnologia Blockchain, aderisce alla Enterprise Ethereum Alliance (EEA). Le possibilità di impiego della Blockchain oggi sono enormi e possono riferirsi a diversi ambiti, dalle votazioni elettroniche al commercio equo e solidale. Kaspersky Lab, forte del gran numero di progetti su Blockchain già in fase di sviluppo nel suo incubatore interno, sceglie perchiò di aderire all’Enterprise Ethereum Alliance, la più importante organizzazione al mondo nell’ambito della Blockchain. Grazie alla possibilità di relazionarsi con gli altri membri dell’organizzazione, di condividere le competenze e di partecipare a gruppi di lavoro dedicati, Kaspersky Lab avrà modo di sviluppare ancora di più le soluzioni basate su questa tecnologia.

“Nell’ultimo periodo l’attenzione dell’opinione pubblica si è concentrata su temi come Bitcoin e criptovalute. Questo ha fatto passare in secondo piano le grandi opportunità offerte dalla tecnologia Blockchain. È importante sottolineare che sono i bitcoin ad avere bisogno della Blockchain, e non viceversa. Crediamo che la collaborazione di Kaspersky Lab con altri membri dell’Enterprise Ethereum Alliance, provenienti dai più diversi settori professionali, possa contribuire a sviluppare le nostre soluzioni Blockchain e sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo alle sue potenzialità e ai suoi vantaggi” ha commentato Vartan Minasyan, Head of Investment and Innovation di Kaspersky Lab.

 

 

Kaspersky Lab: le potenzialità della tecnologia Blockchain

 

 

Per quasi tre anni Kaspersky Lab ha finanziato team interni ed esterni impegnati nello sviluppo di nuove idee e nuove tecnologie, comprese quelle che si basano su Blockchain, all’interno del suo Business Incubator. Uno di questi progetti è Polys, un sistema sicuro di voto online che si basa su criptoalgoritmi trasparenti. Polys assicura che tutte le operazioni di voto vengano registrate, archiviate e conteggiate in Blockchain; basato sulla piattaforma Ethereum, il sistema permette ai partecipanti della rete di verificare l’accuratezza dei voti registrati.

L’Enterprise Ethereum Alliance riunisce 500 aziende tra le più note nel mondo dell’innovazione tecnologica e organi di ricerca che insieme condividono opinioni e discutono dell’applicazione delle soluzioni Blockchain. Grazie alla possibilità di prendere parte a diversi eventi con vari gruppi di lavoro e di operare al fianco di protagonisti del settore con grande esperienza, i membri dell’EEA garantiscono la sicurezza nel campo delle tecnologie innovative.

Tags:
cybersecurityblockchainkaspersky labenterprise ethereum alliancelibertà digitale
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.