A- A+
MediaTech
Digitale terrestre, dal 20 dicembre si chiude: chi deve cambiare tv

Digitale terrestre, svolta in arrivo: dal 20 dicembre cambia tutto 

Dopo tanta attesa finalmente c'è una data: il 20 dicembre prossimo l'Italia dirà addio al vecchio standard della codifica MPEG-2, nato nel lontano 1994 e adottato durante il primo switch off da tv analogica a digitale terrestre, per imbattersi nella nuova codifica MPEG-4. I tempi di un cambio radicale, per quanto riguarda digitale terrestre e piccolo schermo, sono quindi arrivati. E molte famiglie, in un periodo storico così complesso minato da inflazione, crisi energetica e caro vita, non potranno che domandarsi: per continuare a vedere i programmi come Rai, Mediaset e La7 chi dovrà cambiare di nuovo televisore? Vediamo che cosa sta succedendo. 

Digitale terrestre, addio alla codifica MPEG-2 

Come riporta il sito ufficiale della nuova tv digitale del governo, i broadcaster televisivi hanno stabilito per il prossimo 20 dicembre la completa dismissione della codifica MPEG-2 e, dal 21 dicembre 2022, le programmazioni della tv digitale terrestre saranno trasmesse soltanto in MPEG-4. Si tratta in realtà un percorso iniziato già lo scarso marzo, quando per alcuni canali Rai, e Mediaset e per alcuni canali locali, è stata introdotta la codifica MPEG-4 in simulcast con l’MPEG-2, con la possibilità per gli utenti di ricevere le stesse programmazioni con entrambi i sistemi di codifica. Con lo switch-off del 20 dicembre, invece, si compie definitivamente il passaggio al nuovo standard: avverrà lo stop alle trasmissioni in SD e in Mpeg-2: al numreo 501 quindi non troveremmo più Rai 1 e al 505 non più Canale 5. Dopo tale data, i canali  di tutte le emittenti televisive potranno essere visibili soltanto se si è in possesso di tv o decoder in grado di supportare l’alta definizione, ovvero l'Hd

Digitale Terrestre: che cosa succede a dicembre

Iscriviti alla newsletter
Tags:
decoderdigitale terrestresmart tv





in evidenza
Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO

Vota il sondaggio di Affari

Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO


in vetrina
Affari in rete/ Elezioni Sardegna, Verdini e Kiev: i meme su Meloni-Salvini

Affari in rete/ Elezioni Sardegna, Verdini e Kiev: i meme su Meloni-Salvini


motori
Fiat consolida la leadership nel mercato Italiano a febbraio

Fiat consolida la leadership nel mercato Italiano a febbraio

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.