A- A+
MediaTech
Ero Sechi anche prima dell'Agi, l'addio dell'umile Mario

"Non sono Mario Sechi perché sono venuto all'Agi. Lo ero anche prima". Il discorso del nuovo capo ufficio stampa del governo Meloni

Evidentemente, la caratteristica di spicco di Mario Sechi non è la modestia. L’ex direttore dell’agenzia giornalistica Agi, da giovedì scorso nuovo capo ufficio stampa del governo Meloni, lascia la sua redazione con un discorso tutt’altro che umile. “Io non sono Mario Sechi perché sono venuto all’Agi. Io ero già Mario Sechi. E lo sarò anche dopo. L’Agi resta mia, io non mi sento un esule, non vado al confine”.

Ma questo è solo l’inizio. Sechi inizia poi a parlare usando la terza persona per definirsi. “Il sottoscritto”, come riporta il Foglio, “ha ottenuto 170 ore di visibilità televisiva, di cui 150 sempre in proprio. E poi passaggi in streaming, sempre dal sottoscritto”.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
agimario sechi





in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


in vetrina
Covid, "Il ruggito della pecora nera". Anteprima: libro di Maria Rita Gismondo

Covid, "Il ruggito della pecora nera". Anteprima: libro di Maria Rita Gismondo


motori
Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.