A- A+
MediaTech
Europa, ecco la piazza digitale per il dialogo diretto tra tutti i cittadini

Europei, ecco la vostra piazza: è digitale

A Bruxelles, oggi è stata presentata la piazza digitale degli Europei, in cui tutti, ma proprio tutti i cittadini attivi, le associazioni e le istituzioni potranno confrontarsi. A patto che si seguano le regole della Carta della Conferenza sul futuro dell'Europa, basate sul rispetto delle normative di garanzia per la privacy, ma anche della nuova modalità di identificare i partecipanti con la identità visiva. I dibattiti, poi, potranno essere liberi, ma ben preparati, sulla base di documenti organizzati, accurati e basati su fonti certe. Insomma, democrazia si, ma improvvisazione no.

Si tratta proprio della sfida digitale più ardita, quella di promuovere tavoli di discussione in 24 lingue dentro caselle aperte e ben note alla agenda della Commissaria europea, Ursula von der Leyen: clima, ambiente, salute, economia, giustizia sociale, oltre ad una finestra aperta, che può essere riempita da un tema meno noto, ma che si ritiene di voler trattare trasversalmente.  

“Il futuro è nelle tue mani” recita il titolo della piattaforma, proiettato sul maxischermo della conferenza stampa. Presentata con entusiasmo dalla presidenza congiunta della Conferenza europea oggi. Per David Sassoli, il presidente del Parlamento europeo, si tratta dello strumento fondamentale per il nostro comune futuro, oltre il Covid. Ne è convinto anche il primo ministro Portoghese Antonio Costa che incita  alla condivisione attiva delle preoccupazioni oltre che delle idee.  

La piattaforma, infatti, è stata pensata per parlare tutte le lingue dell' Unione, così Ursula von der Leyen sfida tutti: "diteci in che Europa volete vivere!", mentre si parte con l'hashtag #TheFutureisYours. Un anno prezioso, dunque, quello della Conferenza europea, che nel briefing informale con gli eurodeputati Italiani, un mese fa aveva fatto emergere la vera posta in gioco: portare a casa  il risultato di richiedere la modifica di qualche procedura che faccia da lasciapassare alla revisione dei Trattati, per poter, a quel punto, aspirare davvero a delle vere politiche europee: la politica fiscale, ad esempio, come altre, urgentissime (si pensi alla immigrazione, alla sanità, ma anche alla sicurezza), tutte mosse ancora imbrigliate dalla  richiesta di unanimità per il voto, contenuta nei Trattati. Una partita, dunque, questa che durerà un intero anno, ma da giocare dentro le stanze e non solo nella fantasmagorica# piazza digitale appena inaugurata.

Commenti
    Tags:
    europeiagoràdigitale





    in evidenza
    Affari in Rete

    Politica

    Affari in Rete

    
    in vetrina
    Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream

    Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream


    motori
    Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

    Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.