A- A+
MediaTech
Instagram vs TikTok: quali sono le differenze tra i due social più popolari

Instagram vs TikTok: quali sono le differenze tra i due social più popolari

Ci sono molte piattaforme di social media popolari in questo periodo storico. Due delle più famose in assoluto sono Instagram e TikTok. Sebbene abbiamo determinati punti di contatto, ci sono alcune differenze chiave che li rendono distinti e insostituibili. 

Ciò non vuol dire che non siano entrambe utilizzabili. Nata come piattaforma per condividere scatti istantanei, Instagram è cresciuta moltissimo nel corso degli anni, rendendo possibile la creazione di contenuti di vario genere, dalle Stories all'IGTV, fino ai più recenti Reel. 

Al contrario, TikTok si è sempre basata su brevi video con musica di sottofondo, ma ha poi ampliato con il tempo questo concetto, rendendo i video più vari e dando più opportunità creative ai propri fruitori. La più grande differenza tra i due social è però un'altra.

Instagram e TikTok: quali sono le differenze

Le differenze sono tante tra le due piattaforme social. Instagram fa parte del gruppo Meta di Zuckerberg ed è un'applicazione social che è cambiata moltissimo nel corso degli anni. Al contrario, TikTok, di proprietà di ByteDance, ha preso molto presto il posto di Musical.ly, la precedente app di punta dell'azienda, diventando con una rapidità sorprendente il social più amato dai giovanissimi. 

Se è vero che TikTok propone una più vasta possibilità di usare filtri, stick e soprattutto una libreria musicale già molto più ampia rispetto a quella di Instagram, non è tanto nei contenuti la distanza principale tra le due piattaforme, quanto nell'algoritmo.

Instagram si basa infatti su un algoritmo che ha sempre voluto, fin dall'inizio, proporre agli utenti ciò che più piace loro. In tal senso, se ami la cucina è probabile che ti vengano suggeriti per primi contenuti di cucina nella sezione esplora. 

TikTok, invece, ha puntato subito, fin dall'inizio, sulla viralità. Non conta ciò che ti piace, ma ciò che ti potrebbe piacere. Se un contenuto è valido e sta ricevendo grande successo, viene spinto dall'algoritmo fino a raggiungere il feed di praticamente tutti gli utenti, a prescindere dai loro interessi. 

Questo permette, da un lato, di dare, democraticamente, la possibilità a tutti gli utenti di diventare famosi sulla piattaforma, dall'altro di far vedere sul feed di un utente qualunque anche dei contenuti che potrebbero avere per lui o lei un valore molto relativo. 

Una differenza importante che negli ultimi tempi si sta però un po' affinando, considerando che anche Instagram sta modificando leggermente i propri algoritmi per avvicinarsi, seppur non del tutto, al meccanismo del rivale.

In che modo TikTok si rivolge a una fascia demografica più giovane di Instagram?

Negli ultimi anni, c'è stato un cambiamento radicale nel modo in cui i giovani consumano i contenuti online. Immagini e piattaforme testuali come Instagram e Facebook sono state sostituite da app per video in formato breve, come TikTok. Ma cosa sta guidando questo cambiamento? E perché i giovani si stanno allontanando dalle tradizionali piattaforme di social media? Uno dei motivi principali è che queste nuove app sono progettate specificamente per rivolgersi a una fascia demografica più giovane. 

Instagram, ad esempio, è stato orientato in passato soprattutto verso la fascia di pubblico dei millennial (i nati dal 1981 al 1996), mentre TikTok si è rivolto subito verso preadolescenti e adolescenti, l'attuale generazione Z e quella successiva. 

Ciò che distingue TikTok dalle altre app social è la sua enfasi sui contenuti generati dagli utenti. La maggior parte dei video sull'app sono filmati dagli utenti stessi e l'app è progettata per essere facile da usare. Questo la rende ideale per i più giovani, interessati a creare e condividere video senza troppe difficoltà. 

Per tutti questi motivi, ancora oggi il suo pubblico resta alquanto differente da quello di Instagram, anche se è vero che negli ultimi anni TikTok si è aperto a utenti di altre fasce d’età e lo stesso social del gruppo Meta sta cercando di diventare più attrattivo anche per le nuove generazioni.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
instargramsocial networktiktok





in evidenza
Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO

Vota il sondaggio di Affari

Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO


in vetrina
Affari in rete/ Elezioni Sardegna, Verdini e Kiev: i meme su Meloni-Salvini

Affari in rete/ Elezioni Sardegna, Verdini e Kiev: i meme su Meloni-Salvini


motori
Fiat consolida la leadership nel mercato Italiano a febbraio

Fiat consolida la leadership nel mercato Italiano a febbraio

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.