A- A+
MediaTech
Itedi, cariche cancellate. Il direttore creativo Gramellini al Corsera?

La fusione è fatta e sugli equilibri proprietari si sa molto. Ma cosa succederà nelle redazioni di Stampa e Repubblica? I movimenti di andata e ritorno delle scorse settimane hanno già stretto i legami tra le due testate.

Mario Calabresi si è trasferito da Torino a Roma per aprire il dopo-Mauro. E Maurizio Molinari si è insediato alla guida de La Stampa, affiancato da Massimo Russo.

Francesco Bei ha abbandonato La Repubblica per guidare la redazione romana de La Stampa. Mentre Tonia Mastrobuoni ha fatto il percorso inverso. Resterà a Berlino ma scriverà di Europa per Repubblica.

I due giornali non si fonderanno e resteranno due testate distinte. Non c'è quindi motivo di credere che, da qui a un anno, cambieranno le poltrone che contano. Discorso diverso per gli incarichi in Itedi, società che andrà a scomparire, inglobata in un gruppo dove a comandare saranno De Benedetti e Mondardini.

E allora? Il nome che emerge è uno: Massimo Gramellini. Vice-direttore storico e titolare del seguitissimo Buongiorno, Gramellini era in lizza per il dopo-Calabresi. Gli è stato preferito Molinari, a quanto pare più gradito a John Elkann. Una designazione che adesso sa di ultimo atto. Per non perdere una firma che porta copie, la proprietà ha nominato Gramellini “direttore creativo”. Non della Stampa ma di Itedi. Un ruolo che, al massimo, Gramellini potrà ricoprire per poco più di un anno (la fusione si chiuderà il primo trimestre 2017). Insomma: da aspirante direttore, Gramellini rischia di rimanere con il cerino in mano. Ecco perché torna di moda l'ipotesi di un suo trasferimento verso un altro grande generalista. Escludendo quelli del nuovo conglomerato (quindi La Repubblica e Secolo XIX), sul campo rimane poco. Anzi, rimane solo il Corriere della Sera. Anche se la via di una rubrica quotidiana pare poco percorribile.  

Tags:
itedimassimo gramellinila stampala repubblica
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.