A- A+
MediaTech
New York Times, sciopero di massa dei giornalisti: non succedeva da 40 anni

Sciopero di massa al New York Times: i dipendenti vogliono salari più alti

È un giorno buio per il New York Times. Più di mille dipendenti sono in stato di sciopero fino a mezzanotte. È la prima “rivolta” in 40 anni. La richiesta dei lavoratori è semplice: salari più alti, in un contesto di inflazione e aumento del costo della vita nella Grande Mela.

Circa 1.100 giornalisti e altri dipendenti del prestigioso quotidiano americano sono dunque in sciopero fino alle 24 di questa sera, venerdì 9 dicembre, dopo che le trattative su salari e contratto collettivo sono fallite, secondo quanto riferito dal sindacato della stampa NewsGuild di New York: “Avevamo chiesto un aumento medio del 5,5% nel 2023 e nel 2024, la compagnia aveva risposto con il 3%” hanno spiegato.

Il video delle proteste

 

Secondo NewsGuild, uno dei punti controversi è il rifiuto del management di aumentare significativamente i salari per quasi due anni, in un contesto inflazionistico nazionale e globale e mentre la New York Times Company, società quotata, ha successo finanziario.

In una lettera ai vertici del quotidiano (all’editore A.G. Sulzberger e all’amministratore delegato Meredith Kopit Levien), il sindacato aveva ribadito le sue richieste e spiegato la sua frustrazione dopo 20 mesi di trattative. “Abbiamo ascoltato attentamente le posizioni e le preoccupazioni del management. Ci è stato descritto il futuro difficile che ci aspetta”, anche se lo stesso management parla a Wall Street (dove la società è quotata) del “successo della società”.

La tensione arriva nel mezzo di un processo di cambiamento dell’azienda, che ha acquisito per 550 milioni di dollari la testata sportiva The Athletic. E, parlando di successo finanziario, entro fine anno sono previsti profitti operativi tra i 320 e i 330 milioni di dollari.

L’ultimo sciopero al New York Times risale al 1981, quando i lavoratori si fermarono per sei ore e mezzo. Da allora il massimo della protesta era stato nel 2017, quando i giornalisti avevano lasciato l’edificio per venti minuti, in segno di protesta per i tagli alla redazione.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
new york timessciopero





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo


motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.