A- A+
MediaTech
Rai, Fuortes blocca il video sui Tgr: "Fatto gravissimo e senza precedenti"

Rai, Fuortes mette in silenzio l'Usigrai e blocca il video-comunicato sui Tgr. Esplode l'ira dei sindacati

Rai, si torna sulla questione cancellazione dei Tgr notturni. E il ceo Fuortes non cambia idea, anzi. Ma qual è la novità? Ieri, martedì 11 gennaio, sarebbe dovuto andare in onda un video-comunicato, realizzato dai sindacati Usigrai, per sensibilizzare e informare i cittadini sulla cancellazione delle suddette edizioni notturne. Ma ieri non è stato trasmesso nulla di questo genere. Il motivo? Un duro quanto semplice "no" da parte del vertice aziendale.  

Questa, la risposta dei sindacati arrivata dopo poco tempo. “Si tratta dell’ennesimo comportamento, gravissimo, di un Amministratore delegato che evidentemente si sente padrone dell’azienda”, aveva scritto l’Usigrai nella nota in cui ha annunciato la conferenza, contestando il divieto aziendale, che contravviene a un “diritto sancito dal Contratto di Lavoro”.

Affaritaliani.it, dunque, ha interpellato proprio il segretario di Usigrai, Daniele Macheda, il quale ha commentato così la situazione: "Noi crediamo che debba essere garantita agibilità sindacale non solo in Rai, ma ovunque. I sindacati hanno a che fare con tutti i cittadini, non solo con quelli che lavorano. Ci chiediamo se il mandato dei vertici Rai sia quello di negare i diritti sindacali, interrompere e non avere corrette relazioni con esso. Stiamo cercando di capire cosa vogliono fare. Spero di avere contesa di qual è la situazione nella quale ci stiamo trovando. Credo soprattutto si debba dar conto ai cittadini di un piano industriale della Rai. E, sulla base di questo, aprire una discussione con le parti sociali. Se questo non avviene c’è qualcosa che non funziona nel modo e nel metodo". 

"Oggi succede alla Rai", continua Macheda, "ma con questo percorso può succedere ovunque. Su Fuortes, penso che un Ad abbia il compito di presentare alle parti sociali un piano industriale. Deve fare il suo dovere, attraverso i percorsi che sono naturali per un’azienda di servizio pubblico come la Rai. Ho massimo rispetto per le controparti, credo che un sindacato si faccia così. Il video messaggio che abbiamo realizzato, infatti, non contiene nessuna nota irriguardosa, ma si pone solo l’obbiettivo di mettere i fatti a disposizione dei cittadini”. 

"La Rai nega basilari diritti sindacali", conclude il segretario, "e, con un atto senza precedenti, il vertice aziendale ha negato la messa in onda di un videocomunicato sindacale, diritto sancito dal Contratto di Lavoro. Si tratta dell'ennesimo comportamento, gravissimo, di un Amministratore delegato che evidentemente si sente padrone dell'azienda"

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    fuortesodgraisindacatitgr edizione notturnausigrai
    in evidenza
    BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

    Scatti d'Affari

    BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

    i più visti
    in vetrina
    Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO

    Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Dacia Jogger, la station wagon con un look da crossover

    Nuovo Dacia Jogger, la station wagon con un look da crossover


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.