A- A+
MediaTech

Di Giuseppe Vatinno

Cambiano i tempi in politica; fino a qualche anno fa una cosa come quella avvenuta ieri in Commissione di vigilanza Rai dopo le nomine dei nuovi direttori di testata sarebbe stata uno scandalo nazionale e sarebbe finita per giorni sulle prime pagine di tutti i quotidiani nazionali provocando dimissioni a catena mentre ora non ne parla quasi più nessuno, non fa più notizia, un po’ come il marziano di Ennio Flaiano atterrato a Villa Borghese a Roma.

In effetti la politica è sempre più strana e meno decifrabile dalla gente.

Il Pd è un grande partito che solo qualche anno fa ha addirittura superato il 40% però ha una minoranza interna agguerrita ed ostica che appena po’ sferra dei bei calcioni negli stinchi di Matteo Renzi.

Ma ormai, come dicevamo, ci si abitua a tutto e il fatto che i senatori del Pd Miguel Gotor e Federico Fornaro, dopo aver parlato con Roberto Speranza (fatto fuori a suo tempo da Renzi con il classico “ciaone”) annuncino (esattezza necessaria in un Paese come l’Italia che non si mai poi come va a finire) le dimissioni e si lamentino pubblicamente nientepopodimeno di una sessantotesca “occupazione governativa del servizio pubblico” (da pronunciarsi con il pugno chiuso alzato) non desta impressione.

Però un paio di considerazioni sorgono naturali, come si suole dire.

La prima è che la minoranza dem ha chiaro che l’”occupazione governativa” l’ha compiuta, eventualmente, il loro segretario? E poi seconda domanda: ma si sono accorti che siamo nel XXI secolo e non ai tempi della lotta di classe dal lessico marxista?

E soprattutto sorge la terza considerazione: ma se pensano che il loro segretario sia così cattivo, terribile e cinico, perché non smontano le tende? Non è che per avere un po’ di visibilità lucrano sul loro essere “minoranza”? Dopo tutto, sempre meglio di lavorare…

 

 

Tags:
rai pd nomine
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Nissan JUKE Hybrid Rally Tribute dal concept alla realtà

Nissan JUKE Hybrid Rally Tribute dal concept alla realtà


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.