A- A+
MediaTech
Skype a rischio privacy: gli hacker leggono il rumore della tastiera

Skype non protegge la privacy.

Soprattutto se si susa la versione da desktop, perché gli hacker sono capaci di intercettare quello che scriviamo (password compresa) attraverso il rumore della tastiera. È il risultati di una ricerca condotta da un team internazionale che coinvolge l'Università degli Studi di Padova (Prof. Mauro Conti, che guida il gruppo SPRITZ - Security And Privacy Research Group, e Daniele Lain), la Sapienza Università di Roma (Alberto Compagno), e l'University of California, Irvine (Prof. Gene Tsudik).

La pubblicazione, sulle pagine di arXiv, ha mostrato che i suoni prodotti dalla digitazione sulle tastiere di computer fissi e portatili, se registrati durante una telefonata online, permettono ad un hacker di ricostruire il testo digitato da una vittima ignara. Più sicuro, quindi, utilizzare i dispositivi touch screen, come smartphone e tablet.

Non è la prima volta che Skype viene criticato per il suo rapporto con la privacy. Anche Amnesty International ha bocciato il servizio di Voip di Microsoft. Secondo la ong, che ha indagato sulla tenuta delle app di messaggistica, Skype è tra i bocciati (assieme a Snapchat).

Tags:
skypehackersicurezza informaticarischi hackersicurezza skype
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.