A- A+
MediaTech
Tesla coinvolto in oltre 270 incidenti, l'autopilota è tutt'altro che sicuro

Tesla, il software per la guida automatica protagonista di 273 incidenti: la sicurezza in strada è ancora lontana

Le macchine che guidano da sole, in piena sicurezza, sono ancora lontane. Secondo un report pubblicato dalla National Highway Traffic Safety Administration, agenzia americana che fa capo al Dipartimento dei Trasporti che si occupa proprio di capire come aumentare la sicurezza stradale, nell’ultimo anno sono avvenuti circa 392 incidenti dove erano coinvolti software di guida assistita. Il periodo di riferimento va da luglio 2021 a maggio 2022.

Ebbene, il dato più interessante (dato anche il dominio sul mercato) riguarda Tesla. Tra le primissime case a far sognare gli appassionati dell’automobilismo di poter, di fatto, andare in giro con una macchina che fa tutto da sé (frenare, accelerare, girare, fermarsi agli stop), l’Autopilot della creatura di Elon Musk è stato protagonista di ben 273 sinistri stradali. Si tratta, dunque, del 70% del totale degli incidenti. Tesla, come riporta il Corriere, ad oggi ha circa 830mila vetture in circolazione dotate di sistema automatizzato di guida.

Procedendo con la classifica degli Autopilot meno affidabili, al secondo posto troviamo Honda, con 90 incidenti (su 6 milioni di veicoli). Chiude il podio un’altra giapponese. Subaru, infatti, registra 10. Gli altri produttori hanno riportati 5 sinistri o meno.

Ma attenzione. Non sempre i software sono onesti. Lo scorso giugno, un ordine federale ha permesso di avviare una nuova indagine su quanto effettivamente siano sicuri i sistemi di auto a guida assistita. Ogni produttore (un centinaio circa) deve segnalare tutti gli incidenti che siano avvenuti mentre il software era attivo. Quelli più gravi entro un giorno dall’accaduto, quelli meno gravi entro il quindicesimo giorno del mese successivo. Soprattutto, gli incidenti da segnalare sono quelli dove il software era attivo da almeno 30 secondi.

Il motivo? Da tempo, c’è il sospetto (che più che altro è un’accusa) che questi software siano stati programmati in modo da spegnersi appena prima che avvenga l’incidente. Essenzialmente, è come se si resettasse al momento dell’impatto. Così, con questo stratagemma, i produttori possono aggrapparsi al fatto che i loro “sistemi” non abbiano avuto nessun ruolo nell’incidente.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    autopilottesla





    in evidenza
    Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

    Ultimi scatti prima dello schianto

    Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

    
    in vetrina
    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


    motori
    Alfa Romeo presenta il nuovo store online

    Alfa Romeo presenta il nuovo store online

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.