A- A+
Medicina
Contro la sclerosi multipla una realtà virtuale immersiva

Ogni anno sono circa 100 i pazienti con Sclerosi Multipla che affrontano un percorso di terapia e cura presso Villa Adria di Ancona. Di questi, circa 45 sono nuovi pazienti, una media di circa un nuovo paziente ogni settimana.

I numeri che arrivano dalla Clinica Villa Adria-Santo Stefano Riabilitazione di Ancona costituiscono un osservatorio privilegiato e punto di riferimento regionale sulla Sclerosi Multipla, e fotografano una situazione con una presenza importante della patologia e un incremento della sua incidenza.

Una patologia, la Sclerosi Multipla, che viene diagnosticata tra i 20 e i 40 anni nel pieno dell’età lavorativa. Essa interessa il sistema nervoso centrale colpendo la mielina, la sostanza che riveste i neuroni e ne permette il corretto funzionamento. La distruzione delle guaine mieliniche nel sistema nervoso centrale causa il blocco o il rallentamento della normale conduzione degli impulsi nervosi provocando una diversificata varietà di sintomi.

La Riabilitazione della Sclerosi Multipla – dice il Direttore di Villa Adria, Antonello Morgantini - ha lo scopo di ridurre i livelli di disabilità per le persone affette, cercando di migliorare la qualità della vita e l’impatto sul carico socio-assistenzialeUn aspetto per noi molto importante nei percorsi terapeutici che adottiamo è rappresentato dal supporto della robotica con strumentazioni come l’esoscheletro Ekso, ma anche l’Amadeo per l’arto superiore, il Khymeia vrrs, la Corehab, il Walker View e il Vital Stim per la disfagia”.

Recentemente – continua il Direttore -  Villa Adria è divenuta centro di riferimento regionale nelle Marche, e non solo, per la riabilitazione della Sclerosi Multipla in seguito alla messa a punto e consolidamento di percorsi strutturati e totalmente in convenzione - anche un sistema di realtà virtuale immersiva che consente al paziente con Sclerosi Multipla di effettuare, anche da casa in teleriabilitazione, delle sedute di recupero funzionale e motorio, con simulazioni di attività quotidiane che rimangono coinvolgenti e piacevoli da seguire”.

Sono i “ReLabVR”, occhiali che a prima vista sembrano in tutto e per tutto i più classici occhiali-dispositivi di realtà virtuale ma che invece sono configurati con appositi software medicali (messi a punto dagli esperti riabilitatori di Villa Adria in collaborazione con i ricercatori di Tech4Care) che propongono sedute di terapia riabilitativa in abbinamento ad una piattaforma dedicata alle figure cliniche, medici e terapisti, per configurare il piano di riabilitazione personalizzandolo sul paziente e per raccogliere una moltitudine di dati e feedback sull’efficacia delle sedute riabilitative.

ReLabVR è il risultato di un progetto co-finanziato dalla Regione Marche con i fondi POR MARCHE FESR 2014/2020 (Ingegnerizzazione, industrializzazione dei risultati della ricerca e valorizzazione economica dell’innovazione), realizzato dall’azienda Tech4Care di Falconara Marittima ed è in uso presso la Clinica Villa Adria-Santo Stefano Riabilitazione di Ancona.

Attualmente sono una decina i pazienti che lo stanno utilizzando. ReLabVR mira a supportare il recupero in modo particolare degli arti superiori e del tronco. Il sistema consente di svolgere esercizi fisici terapeutici in modalità di intrattenimento (serious games), basati anche sul paradigma dei “neuroni a specchio” e dell’intelligenza artificiale per proporre continui miglioramenti. Le attività da compiere, come detto, sono proposte in un ambiente immersivo che riprodurrà anche scenari di realtà quotidiana.

Gli esercizi disponibili sono molteplici e richiedono di compiere semplici azioni con mani e braccia, analoghi a gesti compiuti nella quotidianità con il valore aggiunto di simulare un’interazione con oggetti reali che, integrati a stimoli tattili, vanno ad aumentare il coinvolgimento nell’esperienza e potenziare la terapia riabilitativa.

L’utilizzo di ReLabVR è parte integrante del percorso di recupero e di trattamento.

Il ReLabVR è di grande utilità anche per consentire ai pazienti con sclerosi multipla di svolgere a casa un percorso di riabilitazione cognitiva e fisica (personalizzabile), in integrazione a quello ordinario in struttura.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
curarealtà virtualeriabilitazionesclerosi multipla




in evidenza
La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

Nostalgia Masolin

La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport


in vetrina
Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti

Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti


motori
Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

Škoda Enyaq 2024: potenza, ricarica rapida, autonomia estesa, eco-friendly

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.