A- A+
Medicina
Gilead: via al 10° Community Award Program, con 500mila euro per il non-profit

Gilead: al via la 10a edizione del 10° Community Award Program,  500mila euro a sostegno del non profit italiano nell’area delle malattie infettive e oncoematologiche

Un sostegno concreto in infettivologia e oncoematologia dedicato al mondo delle Associazioni pazienti del Paese. Un contributo, quest’anno alla sua Decima Edizione, per stimolare ad andare avanti nonostante l’attuale emergenza senza prescindere dalle implicazioni di COVID-19 su malattie infettive e tumori. Premi speciali per etica e attenzione alle popolazioni vulnerabili.

Via alla 10a edizione del Community Award Program, il bando di concorso di Gilead Sciences riservato a Associazioni pazienti e Enti non profit italiani impegnati nell’assistenza e nella tutela dei pazienti che convivono con patologie infettive e oncoematologiche.

Un’iniziativa per selezionare e premiare le più valide progettualità che dimostrino concrete ricadute positive su pazienti, caregiver e salute pubblica. Un contributo concreto, pari a 500mila euro, per consentire alle comunità dei pazienti del nostro Paese di proseguire – nonostante l’emergenza sanitaria – nel loro indispensabile compito di sostegno alle persone colpite dalle due patologie.

Al Bando, aperto fino al prossimo 30 aprile, sono candidabili progetti originali e di utilità diffusa finalizzati a tre obiettivi: miglioramento di qualità di vita e assistenza terapeutica di pazienti e caregiver, formazione di mediatori culturali e operatori socio-sanitari, realizzazione di iniziative di prevenzione e screening relative anche a COVID-19.

Tre le patologie a cui i progetti dovranno riferirsi: HIV, Epatite C e Patologie Oncoematologiche. Tutti i progetti dovranno garantire la loro fattibilità nel contesto dell’attuale emergenza.

Una commissione di esperti indipendenti valuterà i progetti sulla base della loro innovatività, originalità e sostenibilità, considerando anche l’esperienza dell’organizzazione proponente. Ai progetti selezionati verranno assegnati finanziamenti da 5mila a 50 mila euro.

Al progetto che si distinguerà sotto il profilo della gestione delle criticità di natura etica (ad esempio il rispetto della normativa sulla privacy o il coinvolgimento di pazienti minorenni) sarà riconosciuto il “Premio speciale Mauro Moroni” di 5.000 euro. Un altro premio di pari importo sarà riconosciuto al progetto che si distinguerà per sostenibilità ed efficacia nella tutela delle popolazioni più vulnerabili.

La presentazione dei progetti potrà avvenire accedendo a www.communityaward.it dove, nel mese di luglio, sarà pubblicata la selezione dei progetti vincitori

Dalla prima edizione del 2011, sono quasi 100 i progetti realizzati con i 2 milioni di euro assegnati dal Community Award Program, un’iniziativa attesa dalle realtà del non profit che, oltre a doversi confrontare con una cronica scarsità di risorse, sono state messe duramente alla prova dall’attuale pandemia.

Commenti
    Tags:
    malattie infettive e oncoematologiche gilead: via al 10° community award programcon 500mila euro per il non-profit
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia

    Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia


    casa, immobiliare
    motori
    Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

    Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.