A- A+
Medicina
L’Italia aiuta il Marocco ad accorciare le distanze della cura con Mama Sofia

Il progetto della fondazione di Zakia Seddiki Attanasio è stato inserito nel Piano Mattei per l'Africa ed ha ottenuto il patrocinio del ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale

Mama Sofia accorcia le distanze della cura”, il progetto di telemedicina promosso dalla fondazione Zakia Seddiki Attanasio e dedicato alla memoria del marito ed ex ambasciatore italiano ucciso nel 2021 nella Repubblica democratica del Congo, si è posta obiettivi ambiziosi per il Marocco. Il progetto patrocinato dal ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale si propone di tracciare i pazienti cronici tramite braccialetti elettronici, migliorare l'accesso alle cure per gli abitanti delle aree remote e ottizzare la spesa sanitaria. Non solo, è stato anche inserito nel Piano Mattei per l’Africa.

Leggi anche: Sanità in crisi, la ricetta di Pregliasco: "Più collaborazione con il privato"

L'iniziativa sviluppata dai partner tecnologici Dedalus e Vexavit nei piani si svilupperà nell'arco di 10 mesi e coinvolgerà 10mila persone di diverse fasce, con una particolare attenzione ai pazienti pediatrici con cui l'ospedale di Rabat collaborerà con l’istituto Gaslini di Genova.

Il progetto di telemedicina sarà finanziato principalmente da privati (le cifre variano da 2 a 3 milioni di euro) e sarà allineato in termini di tempistiche allo sviluppo del fascicolo sanitario elettronico marocchino."Nel giro delle prossime due settimane", ha affermato il ministro della Salute e della Protezione sociale marocchino, Khalid Ait Taleb, potrebbe essere finalizzata una bozza di accordo di cooperazione sanitaria tra i due Paesi che coinvolga "anche altri settori, da concordare". Taleb dovrebbe confrontarsi con il suo omologo italiano, Orazio Schillaci, in occasione dell'assemblea dell'Oms a Ginevra.

Leggi anche: Resistenza antimicrobica, Access to Medicine Foundation: il nuovo rapporto mostra cosa possono fare le aziende farmaceutiche

“È un progetto che nasce nei valori di Luca, - ha dichiarato l'ambasciatore d’Italia in Marocco, Armando Barucco - un funzionario dello Stato che ha servito in modo straordinariamente efficace ovunque sia stato, da Casablanca a Kinshasa, e che aveva una capacità di costruire ponti e relazioni umane con un’attenzione al mondo della società civile ed al contempo agli interessi delle imprese".





in evidenza
Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo

L'annuncio a sorpresa

Dopo l'addio alla Rai, nuova vita a La7: Giovanna Botteri alla corte di Cairo


in vetrina
Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn

Netflix, non solo serie tv e film: ora lancia la sua linea di pop corn


motori
Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.