A- A+
Medicina
Le regole d’oro degli psicologi per gestire l’ansia da Coronavirus

Certo non è facile gestire paure ed ansia da virus e da arresti domiciliari ma il Collegio degli Psicologi di Madrid ha stilato un elenco di semplici azioni mentali da mettere in pratica.

Non è il solo decalogo in giro e neppure la Sacra Bibbia ma puo’ aiutare a tenere sotto controllo nervosismo, ansia, stato di allerta continuo, ricerca famelica di informazioni di ogni tipo sopra il virus, difficoltà di gestire i normali lavori quotidiani e altro ancora.

Ed allora cco le 17 regole d’oro, semplici e di buon senso:

Identificare i pensieri che possono causare preoccupazioni. Pensare continuamente alla malattia puo’ favorire l’apparire di sintomi che aumentano al quadrato la sofferenza emotiva.

Riconoscere le nostre emozioni e accettarle. Se si ha necessità meglio ’sfogarsi’ con persone vicine e cercare l’aiuto o la solidarietà che serve.

Cercare notizie certe ed affidabili. Un imperativo a volte difficile da evitare soprattutto sui social. Bisogna cercare soltanto fonti attendibili e non farsi fuorviare o allarmare da notizie false.

Informare i propri cari in maniera realistica e adatta ad ognuno. Soprattutto in caso di minori o di persone più deboli come gli anziani bisogna dare informazioni adatte e misurate sulla comprensione e sensibilità di ognuno.

Evitare l’eccesso di informazioni. stare continuamente connessi con televisioni, radio e Pc non garantirà alcun miglioramento né informazione in più ma potrebbe aumentare considerevolmente la sensazione di rischio e nervosismo.

Controllare e condividere solo informazioni sicure. Se si usano i social è necessario farlo soltanto su fonti ufficiali.

L’approccio generale da mantenere deve essere positivo ed ottimista. Evitare di parlare continuamente del virus, appoggiarsi alla famiglia e agli amici e aiutare chi non ci riesce a mantenere la calma. L’obiettivo è di cercare di non alimentare paure e preoccupazioni in eccesso.

Se si appartiene alle categorie a rischio seguire con attenzione i suggerimenti delle autorità mediche. Bisogna avere fiducia in queste strutture perchè hanno competenza e strumenti adatti.

Informarsi in maniera realistica

Non banalizzare o sottovalutare il rischio. Solo per nascondere la sensazione di paura o nervosismo.

Non ingigantire il rischio ma cercare di essere razionali e realisti.

Se bisogna mantenersi in quarantena, uno scenario che puo’ portare ad un aumento dello stress, della frustrazione, imporsi di mantenersi occupati e connessi con amici e proprio cari.

Organizzare un modus vivendi di routine nelle giornate in casa e imporsi di farlo, dai lavori di casa fino alla lettura di un libro o la visione di una pellicola.

Se si è affetti e si è in quarantena occorre seguire le raccomandazioni precedenti e alcune in più

Controllare i pensieri negativi e non vedere la situazione drammatica in anticipo

Non allarmarsi in maniera non necessarie. Bisogna essere realisti e sapere che la stragrande maggioranza delle persone sta guarendo

Quando arriva la paura vale la pena di pensare alle situazioni passate magari peggiori e superate

Probabilmente molti di noi lo stanno già facendo ma se alcuni di questi accorgimenti non vengono rispettati vale la pena di metterli in atto, perchè l’equilibrio mentale può aiutare anche la salute fisica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coronavirusansiapsicologipaura
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot: la filosofia della guida elettrica

    Peugeot: la filosofia della guida elettrica


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.