A- A+
Medicina
Lo studio: 80% europei fan dell'abbronzatura, trascurano il rischio di tumore

Salute: per 8 europei su 10 abbronzatura fa bene ed è attraente

Ben 8 europei su 10 ritengono che l’abbronzatura sia attraente e quasi altrettanti (73%) affermano che l’abbronzatura sia salutare, secondo un nuovo studio presentato al 31° Congresso dell’Accademia Europea di Dermatologia e Venereologia e pubblicato su Reports and Proceedings. Questo nonostante decenni di campagne di sensibilizzazione che collegano l’eccessiva esposizione al sole al cancro della pelle e all’invecchiamento in molti paesi. I risultati del sondaggio, condotto da La Roche-Posay Laboratoires e IPSOS, su 17.000 persone provenienti da 17 paesi, tra cui 6.000 persone provenienti da Regno Unito, Germania, Francia, Spagna, Italia e Russia, hanno rilevato che il mito dell’ “abbronzatura sana” è ancora molto viva in Europa e in altri paesi. Altri miti includevano la convinzione che la protezione solare non fosse necessaria con tempo nuvoloso e che non fosse necessaria la protezione solare se eri già abbronzato. Le persone intervistate da paesi non europei, tra cui Nord e Sud America, Africa, Oceania e Asia, erano leggermente meno entusiaste dell’abbronzatura rispetto agli europei, con il 67% che affermava che un’abbronzatura era attraente e il 59% che credeva che un’abbronzatura fosse salutare.

 

L'84% degli intervistati non usa mai la protezione solare

Sebbene il 92% degli europei fosse consapevole dei rischi di invecchiamento della pelle posti dal sole (86% fuori dall’Europa), l’84% di loro ha ammesso di non proteggersi tutto l’anno (79% fuori dall’Europa). Commentando i risultati, il ricercatore capo Thierry Passeron ha dichiarato: “Questa ricerca mostra quanto sia radicato il mito dell’abbronzatura “sana”, anche in coloro che hanno già subito danni solari o hanno sviluppato il cancro della pelle”. “Dobbiamo sensibilizzare sul danno alle cellule della pelle causato dall’esposizione al sole, che può portare al fotoinvecchiamento e al cancro della pelle. Ciò è particolarmente importante in Europa, dove la protezione solare appare più inadeguata rispetto ad altri paesi” ha aggiunto il Prof. Thierry Passeron. Il sondaggio ha anche rivelato che solo il 56% degli europei sa che la protezione solare è utile quando il tempo è nuvoloso (contro il 64% al di fuori dell’Europa) e 1 su 4 (24%) pensa che sia sicuro uscire senza protezione solare quando già abbronzato (vs 21% fuori dall’Europa). Solo 1 europeo su 10 (10%) ha affermato di aver utilizzato abitualmente o spesso tutte le forme di protezione solare, come applicare la protezione solare, stare all’ombra, indossare un cappello e indumenti protettivi tutto l’anno, rispetto al 14% tra quelli al di fuori di Europa. E’ necessario proteggere la propria pelle tutto l’anno, anche in condizioni climatiche nuvolose, dicono gli esperti. Una volta applicata la protezione solare, deve essere riapplicata ogni 2 ore per garantire una protezione sufficiente. Altre misure come indossare occhiali da sole, cappello e indumenti protettivi e cercare l’ombra quando è possibile, sono anche abitudini chiave di fotoprotezione”, ha commentato il Prof. Thierry Passeron. Secondo le ultime stime, circa l’1,7% degli adulti in Europa ha il cancro della pelle (circa 7,3 milioni di persone). L’esposizione al sole ai raggi ultravioletti (UV) è anche responsabile di oltre l’80% dei segni visibili del fotoinvecchiamento, come linee e rughe.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    abbronzaturasole




    in evidenza
    Chiara Ferragni, Fedez già dimenticato? La nuova fiamma un ex di Michelle Hunziker

    MediaTech

    Chiara Ferragni, Fedez già dimenticato? La nuova fiamma un ex di Michelle Hunziker

    
    in vetrina
    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio

    Annalisa vince il Controfestival 2024. Angelina Mango ko fuori dal podio


    motori
    Nuova Jeep Avenger, l’elettrico che non ti aspetti

    Nuova Jeep Avenger, l’elettrico che non ti aspetti

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.