A- A+
Medicina
Ricerca, quattro medici del San Raffaele al top mondiale

“World’s Top 2% Scientists 2022”: 4 ricercatori dell’IRCCS San Raffaele nella classifica mondiale

Sono 4 i ricercatori dell’IRCCS San Raffaele che sono stati inseriti nella classifica mondiale degli scienziati con livello più elevato di produttività scientifica elaborata dai ricercatori dell’Università di Stanford e pubblicata sulla rivista scientifica PLOS Biology. Si tratta del prof. Paolo Maria Rossini, responsabile del Dipartimento Neuroscienze e Neuroriabilitazione dell’IRCCS San Raffaele; del prof. Fabrizio Stocchi, responsabile del Centro Parkinson, parkinsonismi e disturbi del movimento presso l'IRCCS San Raffaele e ordinario di neurologia all’Università Telematica San Raffaele; del prof. Giuseppe Rosano, responsabile della Ricerca preclinica e traslazionale dell'area cardiovascolare dell’IRCCS San Raffaele e ordinario di cardiologia all’Università San Raffaele e del professor Stefano Bonassi, responsabile dell'Unità di Epidemiologia Clinica e Molecolare dell’IRCCS San Raffaele e ordinario di Igiene Generale e Applicata dell’Università San Raffaele. Lo studio, condotto dal professor John Ioannidis dell’Università di Stanford, ha esaminato 8,6 milioni di ricercatori di atenei e centri di ricerca di tutto il mondo, identificando gli scienziati che si sono maggiormente distinti sulla base del numero di pubblicazioni e di citazioni nelle relative aree disciplinari.

La Stanford University ha, infatti,  redatto un aggiornamento di uno studio di bibliometria, la scienza che utilizza tecniche matematiche e statistiche per analizzare la quantità, la qualità e la diffusione delle pubblicazioni all’interno delle comunità scientifiche. Dal rapporto emergono due classificazioni, una basata sull'intera carriera dei ricercatori e una riferita al 2021. Le liste sono state prodotte facendo riferimento a 22 aree scientifiche e 176 sottocategorie, dall’astrofisica alla zoologia, secondo una classificazione del profilo dell’autore ottenuta con avanzate tecniche di machine learning, intese a produrre risultati normalizzati e quindi confrontabili tra le diverse aree scientifiche. Il risultato è una fotografia di oltre 195 mila scienziati che si distinguono per autorevolezza scientifica e che rappresentano il 2% di una platea totale di ben 8,6 milioni di ricercatori di Università e centri di ricerca di tutto il mondo. Per ogni ricercatore viene indicato il settore in cui è attivo, il ranking corrispondente, le citazioni e il relativo h-index. L’indice ottenuto misura l’impatto in termini citazionali di ciascun ricercatore e di ogni singolo lavoro.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ricercasan raffaele




in evidenza
Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...

Carlo Conti a Sanremo

Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...


in vetrina
Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey

Milano, inaugurato il primo murale in Italia dello street artist Obey


motori
Formula 1, McLaren celebra Senna con livree speciali al Gp di Monaco

Formula 1, McLaren celebra Senna con livree speciali al Gp di Monaco

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.