A- A+
Medicina
Salute, endometriosi una compagna “scomoda” per quasi 200 milioni di donne
ricerca.medica

Salute, endometriosi una compagna scomoda per quasi 200 milioni di donne nel mondo

E’ una compagna per la vita, ma scomoda e invalidante per quasi 200 milioni di donne nel mondo, secondo i dati dell’OMS. E’ l’endometriosi, una patologia cronica in cui il tessuto endometriale si sviluppa al di fuori dell'utero. “Purtroppo la diagnosi è in media di sette anni, viene diagnosticata con  ecografia o laparoscopia ma è difficile da scoprire all’inizio, poco visibile e poco riconosciuta ” spiegano gli esperti dell’Endometriosis and Endometrial Cancer Therapies Research Group. Caratteristica della patologia è che l'endometrio, il tessuto che riveste l'interno dell'utero, è posizionato in modo anomalo fuori della cavità uterina. La donna subisce cambiamenti mestruali nei punti in cui questo tessuto è inserito, con  sanguinamenti ciclici senza che il sangue possa uscire. E cosa provoca ulteriormente questo problema? Crampi mestruali, sanguinamento eccessivo, dolori addominali, problemi ad avere figli e persino infertilità. Ed in alcuni casi dispareunia (rapporti sessuali dolorosi) e difficoltà ad urinare.

Salute, endometriosi, non si conosce il fattore scatenante

Ma la scienza ancora non è riuscita a capire quale sia il fattore scatenante. Questa compagna scomoda necessita di una cura ormonale a base di antiestrogeni che riducono i livelli di estradiolo. Ma gli effetti collaterali causano di sovente anche una pseudomenopausa con gli stessi sintomi della normale menopausa:  vampate di calore, squilibri ormonali e inizio di osteoporosi. Cure ulteriori prevedono la chirurgia, gli antinfiammatori e gli analgesici oppioidi. Dopo la chirurgia conservativa (senza asportare l'utero) circa il 15% delle donne risentono della malattia un anno dopo. Il 50% dopo cinque anni, secondo un recente studio. proprio per questo la tendenza odierna è  così di limitare gli interventi chirurgici a casi molto mirati e particolari. Purtroppo l’endometriosi è una compagna complicata e richiede molte regole di convivenza. Tra queste un sonno soddisfacente, esercizio fisico ma non eccessivo, uso regolare di farmaci e una dieta povera di estrogeni. Senza tralasciare fisioterapisti e psicologi. In ogni caso il 30% e il 35% delle donne con problemi di fertilità soffre di endometriosi. 

Salute, importante nella patologia la diagnosi precoce

Uno degli obiettivi attuali degli esperti è così la diagnosi precoce  perchè migliora la qualità della vita in quanto dolore e durata del problema saranno inferiori. La ricerca più innovativa fatta con le università europee si sta concentrando sulle adolescenti cercando inoltre  di  formare professionisti e ginecologi in grado di scoprire presto la malattia. Uno studio pubblicato su Nature Genetics ha permesso a questi scienziati di creare un "atlante delle cellule dell'endometriosi" con campioni di 21 pazienti nella speranza di comprendere meglio le origini, lo sviluppo e le cure più adeguate. Ma i tempi per contrastare questa patologia sembrano essere ancora abbastanza lunghi.

 

 

 

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
donneendometriosifertilitàomssalute




in evidenza
Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

Guarda le immagini

Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi


in vetrina
Meteo: freddo a ripetizione. Weekend gelido con neve

Meteo: freddo a ripetizione. Weekend gelido con neve


motori
Renault Lancia rnlt©, il nuovo concept di vendita

Renault Lancia rnlt©, il nuovo concept di vendita

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.